a Cannes abbiamo ricevuto la “palme de la palme”

a Cannes abbiamo ricevuto la “palme de la palme”
a Cannes abbiamo ricevuto la “palme de la palme”
-

video E tu, se dovessi scegliere una sola Palma d’Oro, quale sceglieresti? Lo abbiamo chiesto a Souheila Yacoub, Céleste Brunnquell, Jean-Baptiste Durand, Samuel Le Bihan, Alain Chamfort…

Di Le Nouvel Obs

pubblicato su 25 maggio 2024 alle 16:00

Tempo di lettura: 5 minuti.

Accesso libero

Leggi più tardi Google News suddividere

Facebook Twitter E-mail Copia link

mandare

Durante i dodici giorni del Festival di Cannes, decine di film tengono con il fiato sospeso gli spettatori. Ma una trama domina tutte le altre, la stessa in ognuna delle 77 edizioni della più prestigiosa manifestazione cinematografica: chi si aggiudicherà la Palma d’Oro, l’ambito trofeo che ancora un film nella storia?

Leggi anche

I 10 articoli da leggere per poter parlare la sera del Festival di Cannes come uno specialista

Accesso libero

Leggi più tardi

In questo Pantheon del cinema, tutti tuttavia coltivano un rapporto particolare con un film più che con un altro, il proprio film preferito. Durante queste due settimane, abbiamo chiesto ai partecipanti al festival di premiare questa “palma della palma”.

L’attore e produttore Samuel Le Bihan, sponsor quest’anno della Positive Cinema Week, non esita un secondo: il suo premio va a “Apocalypse Now” di Francis Ford Coppola (1979). Jean-Baptiste Durand, regista del magnifico “Scrapyard Dog”, torna indietro di trent’anni, quando Quentin Tarantino vinse il premio supremo per “Pulp Fiction”. L’attrice svizzera Souheila Yacoub torna meno indietro nel tempo e incorona “Anatomy of a Fall” di Justine Triet. E confidare di sfuggita quanto le sarebbe piaciuto filmare con… il cane Messi.

Leggi anche

Caso In prima pagina su “l’Obs”: Justine Triet, cinema dopo

Accesso libero

Leggi più tardi

Scoprite anche le scelte del cantante Alain Chamfort, dell’attrice Céleste Brunnquell, della DJ Rebeka Warrior e del compositore Yuksek nel nostro video in cima all’articolo.

A questo proposito Festival del cinema di Cannes

A questo proposito Cinema

  • Ricapitolare Intanto a Cannes… “L’Amour ouf” nel profondo, il cinema indiano in forze e l’epico Monte-Cristo

    Accesso libero

  • Ricapitolare Intanto a Cannes… “Un po’ di più” fa scalpore, a Sorrentino manca l’ispirazione e “Anora” emoziona

    Accesso libero

  • Colloquio Milo Machado-Graner: “Il personaggio di Daniel in “Anatomy of a Fall” mi ha portato molto”

    Abbonato

  • Ricapitolare Intanto a Cannes… la reincarnazione di “Marcello”, l’omaggio a Maria Schneider e una fiamma al vento

    Accesso libero

  • Chiara Mastroianni, che interpreta il padre di Christophe Honoré, ci ha parlato del “suo” Marcello

    Abbonato

  • Critico “I raccolti del paradiso”, di Terrence Malick: ora magica, film importante

    Accesso libero

Argomenti associati all’articolo

-

PREV il VW Castle Party Festival batte il record di auto presenti
NEXT Valady. Jean Couet-Guichot e Gaya Wisniewski, due artisti residenti nella regione