il ministro responsabile per i disabili chiede passaggi accessibili

il ministro responsabile per i disabili chiede passaggi accessibili
il ministro responsabile per i disabili chiede passaggi accessibili
-

Mercoledì 22 maggio Artus, regista del film, ha dovuto portare in braccio Sofian Ribes, uno dei suoi attori disabili, per salire con sé le scale del Palais des Festivals. Il ministro Fadila Khattabi denuncia un fallimento del Festival e dichiara che “l’anno prossimo la scalinata dovrà essere accessibile alle persone con disabilità”.

È stata una delle immagini forti della salita sulla scalinata di Cannes da parte della squadra diQualcosa in più, mercoledì 22 maggio: Artus, protagonista e regista del lungometraggio di successo, porta in braccio Sofian Ribes, uno dei suoi attori disabili, per salire con lui le scale del Palais des Festivals e posare insieme agli altri davanti ai fotografi del cast. Un fallimento da parte della Croisette secondo Fadila Khattabi, ministro delegato agli anziani e alle persone con disabilità.

“Appena arrivata, l’ho segnalato agli organizzatori e alla direttrice del CNC”, ha dichiarato venerdì 24 maggio sulle colonne di Nice Matin.

Il team di Un ptit truc en plus, al festival di Cannes, il 22 maggio 2024. – LOIC VENANCE / AFP

“Mi sono congratulata con loro per aver salito le scale con successo mercoledì sera, ma ho detto loro allo stesso tempo che c’era stato un intoppo”, continua. “Non è più accettabile vedere questo tipo di immagini, è un attentato alla dignità della persona dover essere portate in alto”.

“Non spetta a loro adattarsi alla società”

“Questa volta spero che sia stata una scossa elettrica”, conclude il ministro. “L’anno prossimo, i passaggi dovranno essere accessibili alle persone con disabilità. Non spetta a loro adattarsi alla società, spetta alla società nel suo insieme adattarsi a loro”.

Qualcosa in più si distingue come il successo a sorpresa di quest’anno 2024. Uscito il 1 maggio, questa commedia sentirsi bene che vede protagonisti attori con disabilità mentale ha superato il traguardo dei 3 milioni di spettatori in una ventina di giorni.

Invitato a France Inter pochi giorni prima della sua visita sulla Croisette, Artus si è lamentato del fatto che lui e la sua squadra siano stati evitati dai grandi marchi per il festival: “Penso che sia sempre più elegante per un marchio vestire Brad Pitt che vestire (…) Artus e ancor più attori con disabilità”, ha dichiarato.

Il gruppo Kering, proprietario di marchi come Balenciaga, Gucci O Yves Saint Laurentha ascoltato il messaggio e ha vestito gli attori per l’occasione.

I più letti

-

NEXT Valady. Jean Couet-Guichot e Gaya Wisniewski, due artisti residenti nella regione