Questo indirizzo belga è stato appena votato come il quinto miglior ristorante di bistecche al mondo

Questo indirizzo belga è stato appena votato come il quinto miglior ristorante di bistecche al mondo
Questo indirizzo belga è stato appena votato come il quinto miglior ristorante di bistecche al mondo
-

Il ristorante Carcasse, situato a Koksijde, ha conquistato qualche giorno fa un ottimo quinto posto nella classifica dei migliori ristoranti di bistecche del mondo. L’elenco è stilato dal World’s 101 Best Steak Restaurants Awards, che, come suggerisce il nome, mira a identificare i 101 migliori ristoranti di bistecche del pianeta.

Poiché le buone notizie non arrivano mai sole, abbiamo anche appreso che Timon Michiels è stato nominato miglior giovane chef dell’anno. Il 2024 è sicuramente un anno molto positivo per Carcasse, che lo scorso marzo aveva annunciato che avrebbe aperto un nuovo indirizzo a Knokke il 27 giugno. Ve ne abbiamo parlato più approfonditamente in questo articolo.

Scopri nelle immagini la nostra Masterclass con Margaux de Biolley:

Per stabilire la loro classifica, gli esperti del World’s 101 Best Steak Restaurants Awards si sono basati su sei criteri: qualità (gusto, terroir, carattere, persillade, taglio, preparazione, tenerezza), origine e selezione della carne (maturazione, origine, razza), qualità del servizio e conoscenza del prodotto, spiegazione dei tagli, prenotazioni e aspetto del ristorante. In totale, più di 700 ristoranti di tutto il mondo sono stati visitati da professionisti anonimi.

Lo scorso novembre, Carcasse ha vinto il primo posto come miglior ristorante di bistecche dell’Europa occidentale. Gault&Millau gli ha assegnato un punteggio di 14,5/20. Nel 2018 l’indirizzo ha ottenuto una stella nella Guida Michelin, che da allora mantiene. Da molti anni il macellaio Hendrik Dierendonck è noto per offrire carne dal gusto unico. Oggi non è più al ristorante tutti i giorni perché lo chef Timon Michiels dirige la cucina. Il duo ha portato il ristorante a questi prestigiosi premi. I principali valori difesi da Timon e dal suo team: artigianalità, terroir, rispetto per gli animali e la natura e ovviamente innovazione nelle ricette.

Altri due ristoranti belgi nella top 50

Il Belgio è ben rappresentato poiché altri due indirizzi nel paese sono tra i primi 50. Il primo è Gillis con sede a Gand. Ha preso il 31esimo posto. Gault&Millau, che gli ha assegnato un punteggio di 13,5/20, ha scritto a riguardo: “Gillis presenta la carne in modo puro e crudo, in tutta la sua semplicità e rispettando i sapori naturali. Come la bistecca di manzo stagionata trenta giorni servita in blu con sucrina, crumble di pancetta, vinaigrette Caesar e parmigiano. La carta dei vini, più che interessante, è un altro punto di forza del locale“.

Cos’è la cucina secondo Christophe Hardiquest? La risposta nel video:

Il secondo indirizzo è il ristorante Maven, situato ad Anversa, vicino al Museo d’Arte Contemporanea. Maven occupa il 49° posto nella classifica World’s 101 Best Steak Restaurants Awards. Anche Gault&Millau lo ha premiato con un bel 14/20 grazie soprattutto alla qualità della carne”a dare il tono è l’intensità della crocchetta di manzo e la cremosità di un carpaccio perfetto“, ma anche “ospitalità e atmosfera da DJ“. Quanto al primo posto, è occupato dallo stabilimento Parrilla Don Julio, a Buenos Aires, in Argentina.

Non perdere nessuna notizia sullo stile di vita sosoir.lesoir.be e iscriviti subito alle nostre newsletter tematiche cliccando qui.

-

PREV “Requiem(s)”, il magistrale balletto mortale di Angelin Preljocaj
NEXT un’associazione crea un centro risorse per riciclare scenografie e costumi cinematografici e teatrali