La stampa a Los Angeles | Un sindaco a Hollywood

-

(Beverly Hills, California) In missione nella regione di Hollywood per incoraggiare i principali studi cinematografici a scegliere Montreal per le loro riprese, il sindaco Valérie Plante spera di attirare più produzioni di serie televisive, oltre ai film.


Pubblicato alle 19:30

“Abbiamo girato alcune serie TV, ma c’è spazio per farne molte altre”, ha sottolineato MMe Un entusiasta Plante si è incontrato nel suo hotel di Beverly Hills dopo il primo giorno della sua missione di due giorni nella mecca del cinema.

Con una mezza dozzina di rappresentanti di aziende di Montreal attive in questo settore, il sindaco di Montreal ha avuto incontri negli studi televisivi della Warner Bros., Netflix, Disney, Amazon MGM Studios, HBO Max e Skydance Media.

“La cosa divertente è che conoscono già Montreal. Sanno che si tratta di un ecosistema completo, con diversi studi, alta tecnologia, disponibilità di comparse da tutte le comunità culturali, oltre alla post-produzione, agli effetti speciali, all’animazione, per cui Montreal è famosa. Inoltre, sanno che per loro è più economico”, sottolinea MMe Plante, il quale ricorda che i crediti d’imposta offerti dal governo del Quebec, recentemente rafforzati, servono anche da incentivi.

Se la competenza di Montreal è già riconosciuta in questo settore, perché è necessario organizzare una missione economica lì?

C’è ancora una forte concorrenza da parte di Vancouver e Toronto, che è un attore più grande. Stiamo facendo bene, ma non possiamo dare nulla per scontato. Non faccio molte missioni economiche, le scelgo con cura, ma qui l’ho trovato importante.

Valérie Plante, sindaco di Montreal

Secondo il Quebec Cinema and Television Bureau, l’industria audiovisiva rappresenta 2,3 miliardi di dollari di spesa diretta per il Quebec, di cui 995 milioni di dollari sono attribuibili agli effetti visivi, 247 milioni di dollari all’animazione e 399 milioni di dollari alle riprese straniere. Le riprese locali e straniere rappresentano più di 1 miliardo di dollari all’anno.

L’industria audiovisiva rappresenta 57.000 posti di lavoro diretti e indiretti.

type="image/webp"> type="image/jpeg">>>

FOTO OLIVIER JEAN, ARCHIVIO LA PRESSE

Recentemente, film Scream VI, Beau ha paura, Transformers: La rivolta delle bestie E X-Men: Fenice Oscura sono stati girati a Montreal.

La missione Hollywoodiana propone anche l’iniziativa “We turn green”, che mira a sensibilizzare e sostenere le produzioni verso una transizione ecologica. Dal suo lancio nell’aprile 2021, ha consentito a 104 produzioni di ottenere l’accreditamento per le loro pratiche sostenibili e continua a formare i produttori su metodi di produzione rispettosi dell’ambiente.

“Montreal è fantastica! »

Alla missione economica partecipano le società CINE SITE, Difuze, Grande Studios, Hybride, MELS, Raymond Chabot Grant Thornton e Rodeo FX. Alcuni hanno avuto discussioni che alla fine potrebbero portare alla conclusione di contratti, ricorda MMe Pianta.

type="image/webp"> type="image/jpeg">>>

FOTO DOMINICK GRAVEL, LA STAMPA

Il sindaco di Montreal, Valérie Plante, è in missione economica a Los Angeles.

“Sono io quello che dice loro che Montreal è bella! “, lei dice.

Oltre alle discussioni con i rappresentanti dei principali studi cinematografici, il sindaco di Montreal ha incontrato Karen Bass, sindaco di Los Angeles. Ha osservato che le due metropoli condividono preoccupazioni e priorità simili, come lo sviluppo economico, la vitalità culturale, la transizione ecologica e la lotta contro i senzatetto.

-

NEXT Valady. Jean Couet-Guichot e Gaya Wisniewski, due artisti residenti nella regione