Cannes 2024: “Anora”, la commedia femminista di Sean Baker

Cannes 2024: “Anora”, la commedia femminista di Sean Baker
Cannes 2024: “Anora”, la commedia femminista di Sean Baker
-

In un universo che spesso mette al primo posto i proletari e, ai margini, le lavoratrici del sesso e il desiderio dei suoi personaggi di dare una nuova inflessione alla propria vita, Sean Baker ama infondere nella sua storia una dose di umorismo trash.

In Razzo Rosso, in concorso a Cannes nel 2021, il cineasta ha documentato il ritorno nella sua città natale di un ex attore porno al verde. Ciò che è intrigante nel suo cinema è il suo rifiuto di una posizione morale. Al contrario, si diverte a rimettere alle corde i pregiudizi in un feroce atteggiamento tragicomico.

Una commedia femminista

Un altro personaggio ma stesso desiderio di decostruire le norme Anora. Ani (l’eccellente Mikey Madison) lavora in uno strip club dove il suo ballo lascivo e nudo le permette di sopravvivere. Incontra Ivan, uno stravagante giovane cliente russo, visibilmente pieno di soldi. Affascinato dalla performance di Ani, le chiede un appuntamento. Occasionalmente escort, la ballerina accetta.

La corrente va bene e il denaro scorre liberamente. Tanto che finisce per convincerla ad accettare un contratto esclusivo di una settimana per 15.000 dollari. All’ordine del giorno, bere e lussuria. Ivan rimane a bocca aperta. Un viaggio a Las Vegas più tardi, le chiede la mano. Lei annuisce. Ma una volta suggellata l’unione, i ricchi genitori di Ivan, rimasti in Russia, rifiutano l’alleanza e vogliono l’annullamento del matrimonio. Ma Ani, dotata di una forte personalità, non intende permettere che ciò accada.

Durante la lettura della sinossi diAnorasi potrebbe credere che ce ne sia un po’ Bella donna ed essere allarmati da una narrazione potenzialmente retrograda. Non è conoscere Sean Baker che piuttosto rivisita il territorio di Piccola Odessa, di James Gray, come un monello.

Grazie ad un personaggio femminile furiosamente tosto e ad una trama ricca di colpi di scena, il film si trasforma in una commedia femminista. Ha un pugno, questa colorata Ani che, anche se prende botte, sferra colpo su colpo. Anora è la storia di un tentativo di fuga dalla sua classe ostacolato dalla codardia degli uomini, un’avvincente antifavola che si trasforma in postumi di una sbornia.

Anoradi Sean Baker, Stati Uniti, 2:18

Prima di partire, un’ultima cosa…

A differenza del 90% dei media francesi di oggi, L’umanità non dipende da grandi gruppi o miliardari. Significa che :

  • ti portiamo noi informazioni imparziali e senza compromessi. Ma anche quello
  • non abbiamo non i mezzi finanziari di cui beneficiano altri media.

L’informazione indipendente e di qualità ha un costo. Pagalo.
Voglio saperne di più

-

PREV OSPITE RTL – Michel Cymès: “Se domani non faccio la TV, non è un grosso problema”
NEXT “È chiaramente ingiusto”: corsi estivi offerti gratuitamente in alcune scuole, ma non in altre