Charline Vanhoenacker, senza Meurice e Lompret, paragona “Le Grand Dimanche Soir” a “Koh Lanta”

Charline Vanhoenacker, senza Meurice e Lompret, paragona “Le Grand Dimanche Soir” a “Koh Lanta”
Charline Vanhoenacker, senza Meurice e Lompret, paragona “Le Grand Dimanche Soir” a “Koh Lanta”
-
>>>>
GEOFFROY VAN DER HASSELT/AFP Charline Vanhoenacker, qui nel 2022, ha messo Guillaume Meurice al centro del suo spettacolo “Le Grand Dimanche Soir” su France Inter il 19 maggio 2024.

GEOFFROY VAN DER HASSELT/AFP

Charline Vanhoenacker, qui nel 2022, ha messo Guillaume Meurice al centro del suo spettacolo “Le Grand Dimanche Soir” su France Inter il 19 maggio 2024.

MEDIA – Assenti ma sicuramente non dimenticate. La comica e conduttrice Charline Vanhoenacker ha dedicato il suo spettacolo La grande domenica sera questa domenica, 19 maggio, al suo editorialista Guillaume Meurice, ancora sospeso per aver ripetuto la sua battuta su Benjamin Netanyahu, “una specie di nazista senza prepuzio”.

“Questa volta ne mancano due, due membri della truppa. Il procedimento disciplinare contro Guillaume è ancora in corso e in segno di protesta Aymeric (Lompret) ha scelto di restare al bar”, ha esordito Charline Vanhoenacker, anche produttrice dello spettacolo domenicale. Aymeric Lompret aveva infatti annunciato due giorni prima che non sarebbe andato in onda. Il suo messaggio postato su Instagram era accompagnato da una foto che lo ritraeva al bar con una pinta di birra.

“Ogni settimana perdiamo un editorialista, è diventato Ko Lanta questo spettacolo. Gli avventurieri di Radio France hanno deciso di eliminarti. Speriamo quindi che questa sentenza non sia irrevocabile”ha scherzato il comico, usando la frase cult del conduttore del reality show TF1 Denis Brogniart.

“Siamo accusati di fare scherzi”

Nel suo post introduttivo ha chiarito di aver rifiutato la proposta “rinforzi” proposto dalla direzione. “Non sostituiamo un compagno che è stato ingiustamente sanzionato, e non sostituiamo un compagno che protesta in segno di solidarietà. Quindi stasera ci saranno due microfoni spenti”, lei disse. E rimpiangere: “Siamo stati assunti per fare battute e ora veniamo criticati per aver fatto battute. »

Il resto dello spettacolo, che si svolge dal vivo e davanti al pubblico, è costellato di riferimenti al caso Guillaume Meurice. Quest’ultimo è stato allontanato dalla radio il 2 maggio scorso, per aver ripetuto la sua battuta su Benjamin Netanyahu che aveva già suscitato polemiche lo scorso autunno. Questa domenica invece della sua rubrica, il titolo Brutta reputazione di Georges Brassens è stato trasmesso. Un titolo scelto non a caso.

Per protesta, La grande domenica sera non è stato trasmesso domenica scorsa. Tutta la troupe della trasmissione era in sciopero e i canali di France Inter erano stati interrotti per tutta la giornata.

Vedi anche su HuffPost :

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

-

PREV Cyril Féraud lascia Slam: svelato il suo successore alla presentazione di France 3, ed è una grande sorpresa
NEXT Standu-up, canto, ballo… A Elbeuf, i talenti nascosti vanno dall’ombra alla luce