9 momenti di grazia sul red carpet

9 momenti di grazia sul red carpet
9 momenti di grazia sul red carpet
-

Obbligatorio l’abito da sera, la salita sui gradini del 77° Festival di Cannes ha già regalato, a metà percorso, alcuni momenti fashion leggiadri o semplicemente audaci:

Eva Green, hitchcockiana

Dall’aspetto scuro, in pizzo nero Balmain chiuso al collo e intarsi dorati sul corpo, l’attrice francese si è avvolta nel mistero, in questo look quasi gotico, facendo colpo con un’acconciatura voluminosa e ondulata che evoca l’età dell’oro di Hollywood.

La modella, attrice e attivista britannica Naomi Campbell arriva alla proiezione del film “Furiosa: A Mad Max Saga” alla 77a edizione del Festival di Cannes, nel sud della Francia, il 15 maggio 2024. / Valery HACHE / AFP

Noemi, nel 1996

Naomi Campbell ha immerso il festival in un bagno di nostalgia, indossando ancora una volta il leggendario tubino nero traforato di Chanel, tempestato di mille paillettes nere, con cui aveva sfilato nel 1996 a Parigi, all’apice della sua carriera.

L’attrice americana Uma Thurman posa mentre arriva per la proiezione del film “Oh Canada” alla 77a edizione del Festival di Cannes, nel sud della Francia, il 17 maggio 2024. / Valery HACHE / AFP

Bianco su rosso, Uma Thurman si muove

La lunga guaina di seta avorio, che cattura perfettamente i bagliori, si abbina perfettamente al rosso “Rosso” del tappeto, fulcro di un look raffinato dall’attrice americana con graziosi tacchi écru e il portamento fiero della testa.

L’attrice americana Hunter Schafer arriva per la proiezione del film “Kinds Of Kindness” alla 77a edizione del Festival di Cannes, nel sud della Francia, il 17 maggio 2024. / LOIC VENANCE / AFP

“Giochi di cacciatori”

Il tubino blu Cenerentola dell’attrice Hunter Schafer, vestita Armani Privé per la première di “Kinds of Kindness”, ha portato un tocco di praticità, con l’elegante outfit da principessa in raso dotato di maxi tasche per una sessione di posa.

L’attrice anglo-americana Anya Taylor-Joy arriva per la proiezione del film “Furiosa: A Mad Max Saga” alla 77esima edizione del Festival di Cannes, nel sud della Francia, il 15 maggio 2024. / CHRISTOPHE SIMON / AFP

Anya Taylor-Joy, furiosa

Leggermente strabico, bocca rosso scuro, chignon ultra aderente e una vertiginosa creazione Dior – corsetto color champagne e maxi sottoveste interamente ricoperta di cristalli – la star di “Furiosa” ha regalato uno dei momenti di grazia sul red carpet.

La modella francese Iris Mittenaere arriva alla proiezione del film “Furiosa: A Mad Max Saga” alla 77a edizione del Festival di Cannes, nel sud della Francia, il 15 maggio 2024. / CHRISTOPHE SIMON / AFP

Iris Mittenaere, scultura integrata

L’influencer 31enne e Miss Universo 2016 ha indossato un look sconcertante di Stephane Rolland con un abito da sera nero e una grande scultura dorata integrata nella parte posteriore, che ricordava una Palma d’Oro che passava sotto le ruote di una limousine.

L’attrice americana Jane Fonda arriva alla cerimonia di apertura e alla proiezione del film “Il secondo atto” alla 77a edizione del Festival di Cannes, nel sud della Francia, il 14 maggio 2024. / LOIC VENANCE / AFP

Jane Fonda, la frattura spazio-temporale

E il tempo si è fermato: l’icona di Hollywood, 86 anni, in tailleur pantalone di Elie Saab e cappotto effetto leopardo del marchio italiano Forte_Forte, è scesa dall’auto e l’ha portata sul tappeto, saltando, bocca rossa e caschetto ondulato argentato .

Aishwarya Rai Bachchan, pulita

La musa di Bollywood e Miss Mondo 1994 ha osato indossare uno degli abiti più spettacolari della settimana con una scintillante creazione turchese e argento con uno strascico infinito e spalle aghiformi, stile poltrona da “Il Trono di Spade”, che ha fatto emozionare la moda sfera.

Margot Davy, le ali del desiderio

Air France ha celebrato 44 anni di collaborazione ininterrotta con il Festival di Cannes portando sulla scalinata la sua musa, la modella Margot Davy, in un fatale abito drappeggiato rosso con strascico vertiginoso, firmato Rabih Kayrouz.

-

PREV “Gloria!”, alla gloria delle compositrici dimenticate
NEXT “Non voglio che abbiano paura”: Céline Dion ha dovuto promettere ai suoi figli che non sarebbe morta