Scomparsa di Lina: l’inquietante testimonianza della cugina

Scomparsa di Lina: l’inquietante testimonianza della cugina
Scomparsa di Lina: l’inquietante testimonianza della cugina
-

A più di sette mesi dalla scomparsa di Lina, le indagini sembrano essere in fase di stallo. Ma una testimonianza inquietante, trasmessa domenica nel programma “Sept à Huit” su TF1, oscura ulteriormente il quadro. La cugina dell’adolescente di 15 anni afferma di essere stata molestata e minacciata nei mesi precedenti la sua scomparsa e di aver temuto per la sua incolumità. “Ci sono alcuni che mi minacciano di morte, altri che minacciano la mia famiglia. (…) Ho paura che lo faranno davvero», avrebbe confidato Lina a Louane, sua cugina e confidente.

Il calvario dell’adolescente sarebbe iniziato nella primavera del 2022, un anno e mezzo prima della sua scomparsa. “Mi ha detto direttamente: “Louane, sono stata violentata”. Pensavo stesse scherzando, poi mi ha detto che era vero ed è scoppiata in lacrime”, racconta la cugina di Lina. Fu durante un pomeriggio tra amici che la giovane, allora 13enne, sarebbe stata aggredita da due uomini di 19 e 20 anni. “Ha finito per parlarmene (ndr: un mese e mezzo dopo) perché sembra che avesse subito insulti in seguito a questo stupro”, testimonia Fanny Groll, sua madre.

È stato dopo la denuncia presentata da Lina nel maggio 2022 che le molestie subite si sono aggravate, in particolare attraverso messaggi preoccupanti. “Alcune persone minacciano di venire a casa e prendermi”, avrebbe confidato Lina alla cugina, rifiutandosi però di mostrarle i suddetti messaggi. “Penso che volesse risolvere la situazione da sola e non impegnarsi con altre persone, per proteggerle”, confida Louane. Stranamente la giovane non è stata ancora ascoltata dagli investigatori.

La madre di Lina evoca «una marea di insulti, dal vivo ma anche in rete». E due furti, tra cui quello di una motocicletta avvenuto un mese prima della scomparsa dell’adolescente. “Ci sono volute almeno due persone per tirarlo fuori (dal garage, ndr)”, stima Fanny Groll. “Pensavo che qualcuno volesse fare del male a Lina. Che è stato preso di mira”, aggiunge. A quel tempo, la polizia non prese sul serio le preoccupazioni della madre della ragazza.

Vittima o testimone di violenza sessuale?

  • Ciao.ch (11-20 anni, risposta entro 2 giorni)

  • Ti ascoltiamo (18-25 anni, risposta entro due giorni)

  • Pro Juventute: 147 (24/7)

  • Patto: 0800 800 140

-

PREV Attrice di culto da 14 anni! Film fantastico o intrigante… Quando lo rivedremo al cinema? – Notizie sul cinema
NEXT Kelly Clarkson rivela di aver usato farmaci per il diabete per perdere peso