cento personalità firmano una piattaforma contro la “crescente impunità”

cento personalità firmano una piattaforma contro la “crescente impunità”
cento personalità firmano una piattaforma contro la “crescente impunità”
-

Sono più di cento le personalità esigenti, in un articolo pubblicato martedì 14 maggio 2024 su Il mondo una legge globale contro la violenza sessuale, sette anni dopo il lancio del movimento #MeToo.

“Siamo un centinaio, ma in realtà siamo centinaia di migliaia. […] Da sette anni parliamo per noi stessi e per tutte le donne, gli uomini e i bambini che non possono farlo”, introduce il forum, prima di descrivere dettagliatamente le richieste dei firmatari.

“Cresce l’impunità”

“Chiediamo una legge organica che chiarisca, tra le altre cose, la definizione di “stupro” e “consenso”, introduca quella di “incesto”, processi gli stupratori seriali per tutti gli stupri conosciuti, estenda gli ordini di protezione allo stupro vittime, facilitare la raccolta delle prove, creare brigate specializzate, vietare le indagini sul passato sessuale delle vittime, consentire l’accesso immediato e gratuito alle cure per gli psicotrauma, fornire infine i mezzi finanziari per questa politica pubblica e le associazioni che la attuano”, elenca il testo.

Il forum evidenzia anche “impunità in crescita” : “È inaccettabile che il tasso di rigetto delle denunce per violenza sessuale abbia raggiunto la cifra folle del 94% nel 2022”.

Il testo è firmato da 147 personalità del mondo del cinema (Isabelle Adjani, Emmanuelle Béart, Juliette Binoche, Judith Godrèche, Muriel Robin…), della letteratura (Leïla Slimani, Christine Angot, Vanessa Springora…), della politica (Cécile Duflot…) , media, ospedale (Karine Lacombe) o anche associazioni.

-

PREV VIDEO – Périgord: la doppia vita del ristoratore
NEXT Lo spettacolo Baby Boom girato all’ospedale universitario di Rouen andrà in onda questo mercoledì