Ina fruga negli archivi dell’hip-hop francese e lancia nuovi format su YouTube, TikTok e Snapchat

Ina fruga negli archivi dell’hip-hop francese e lancia nuovi format su YouTube, TikTok e Snapchat
Ina fruga negli archivi dell’hip-hop francese e lancia nuovi format su YouTube, TikTok e Snapchat
-

Ina si appassiona all’hip-hop e lancia questo mercoledì nuovi formati su YouTube, TikTok e Snapchat, per tracciare l’emergere del movimento in Francia a partire dagli anni ’80 sulla base degli archivi televisivi d’epoca, ha annunciato martedì. Questo progetto chiamato “Ina hip-hop” è disponibile su un nuovo canale YouTube creato dall’Istituto Nazionale dell’Audiovisivo, oltre che sugli account TikTok e Snapchat dedicati. Offrirà diversi contenuti ogni settimana. Tra questi, un format di 10 minuti chiamato “ORIGinaL”, in cui un attore del movimento hip-hop commenterà gli archivi Ina.

Il primo numero è dedicato a Sidney, conduttrice del leggendario show “HIP HOP” su TF1 nel 1984. Fu lei a introdurre il grande pubblico francese alla cultura hip-hop, trasmettendo per la prima volta in TV immagini di rap, break dance o graffiti. Un altro format hip-hop di Ina, “A l’Ancienne”, un breve programma di un minuto in cui Ina interrogherà i francesi sui loro riferimenti rap dell’epoca, come IAM o NTM. Ina hip-hop metterà in evidenza anche archivi come la prima apparizione televisiva di Kery James nel 1992 o una delle prime di Diam nel 1999.

Il progetto è nato “di un desiderio comune tra Ina e il produttore audiovisivo Morgane di far rivivere programmi musicali emblematici”, ha affermato l’istituto in un comunicato stampa. Morgane ha prodotto, in particolare, alla fine degli anni ’90 lo spettacolo “Cap’tain Café”, presentato da Jean-Louis Foulquier e trasmesso su France 3, che presentava spesso artisti rap. “Partendo da +Cap’tain Café+ e le sue numerose nuove interpretazioni dal vivo di rapper e gruppi francesi, il progetto era quello di raccontare la storia dell’hip-hop in Francia”ha indicato Ina.

Negli ultimi anni Ina, che fa parte del settore della radiodiffusione pubblica, ha intrapreso un cambiamento strategico, sotto la guida del suo amministratore delegato Laurent Vallet. Non si accontenta più di archiviare immagini e suoni della televisione e della radio nella sua vasta sede di Bry-sur-Marne, vicino a Parigi, ma è diventato un media a pieno titolo. È questa logica che ha guidato la creazione di diversi canali YouTube e il lancio nel 2020 dell’offerta di video streaming a pagamento Madelen.

-

PREV Mamma single: ha risparmiato 17.000 dollari nel 2023 con uno stipendio di 65.000 dollari
NEXT Potresti fare una crociera con Guylaine Tremblay e Marie-Claude Barrette