In tre anni di esistenza, il festival Art Tak si è fatto spazio a Bergerac

In tre anni di esistenza, il festival Art Tak si è fatto spazio a Bergerac
In tre anni di esistenza, il festival Art Tak si è fatto spazio a Bergerac
-

Sono finiti “in ginocchio” ma felici. Dopo quattro giorni di festival di arte urbana nel centro della città di Bergerac (Dordogna), i volontari di Art Tak possono prendersi una pausa. Perché il primo bilancio di questa terza edizione, che si è svolta da mercoledì 8 a sabato 11 maggio, è positivo. «Il ritorno degli artisti è grande, ora dobbiamo fare una selezione perché le richieste spontanee sono tante», nota Alex Verdenne, il presidente che accoglie con favore anche l’impegno dei volontari.

Dal lato del pubblico, è bastato passeggiare lungo il percorso dei sei nuovi affreschi per constatare il successo del concept, unico in Dordogna. Attrezzati con il loro progetto, fossero bambini o anziani, gli spettatori erano lì.


L’imponente affresco realizzato dall’ospite d’onore Rouge Hartley sul Boulevard Victor-Hugo.

Loic Mazalrey

“Budget molto ristretto”

Tra quindici giorni lo zoccolo duro dell’associazione farà i conti e deciderà collettivamente se continuare o meno l’avventura. “Il budget è molto limitato”, confida Alex Verdenne. È difficile progettare una nuova edizione quando stiamo ancora aspettando che vengano pagati alcuni sussidi per questa. »

-

PREV Star della musica brasiliana muore con il fidanzato in un terribile scontro frontale
NEXT Saint-Girons: un viaggio attraverso l’arte e le persone con Paul Furgol