All’Eurovision, strano “incidente” intorno al candidato olandese Joost Klein – Libération

All’Eurovision, strano “incidente” intorno al candidato olandese Joost Klein – Libération
Descriptive text here
-
La guerra tra Hamas e Israelecaso

La partecipazione del cantante olandese alla finale, sabato in Svezia, è stata sospesa venerdì a causa di una “indagine” da parte dell’organizzazione della competizione, che potrebbe essere collegata alla presenza di Israele.

La confusione regnava venerdì pomeriggio a Malmö, in Svezia, intorno all’a “incidente” coinvolgendo Joost Klein, il candidato olandese all’Eurovision. All’inizio del pomeriggio, l’Unione europea di radiodiffusione (EBU, organizzatrice del concorso) ha informato che a “indagine [était] in corso” riguardo al cantante. “Non abbiamo ulteriori commenti in questo momento e aggiorneremo a tempo debito” conclude il breve comunicato stampa.

Il sito della televisione pubblica olandese Nos, che ha scelto Joost Klein, fornisce ulteriori dettagli. Venerdì a fine mattinata, durante la prova generale finale dello spettacolo che si svolgerà sabato alla Malmö Arena, il cantante, che il giorno prima si era qualificato per la gran finale con la sua canzone parodia Europapa, ha partecipato alla “sfilata delle bandiere”, che aprirà la serata. Ma quando è arrivato il suo turno sul palco, in quinta posizione, lui era assente, ed è stata l’israeliana Eden Golan, qualificata anche lei giovedì sera, a proseguire con le sue prove.

Il n. aggiunge informazioni. Nella tarda conferenza stampa che ha riunito le dieci qualificazioni per la semifinale di giovedì, una giornalista polacca ha chiesto a Eden Golan se pensava che la sua presenza alla competizione, dopo le numerose richieste di ritiro e boicottaggio legate alla situazione di guerra a Gaza, mettesse in pericolo l’opinione pubblica e altri partecipanti. Il giornalista svedese che ha presentato la conferenza è intervenuto dicendo che il candidato non doveva rispondere a questa domanda. Joost Klein, che allora aveva la testa coperta con la bandiera del suo paese, se la tolse ed esclamò: “Perché no ?” Eden Golan ha finalmente fornito la sua risposta. Le immagini possono essere visualizzate sul sito della televisione svedese SVT.

Tuttavia, nulla dice che l’indagine dell’EBU si riferisca a questo acceso scambio. Nel pomeriggio di venerdì, il quotidiano De Telegraaf ha riferito che Joost Klein aveva smesso di seguire l’account dell’Eurovision su Instagram e aveva cancellato tutte le immagini della semifinale pubblicate il giorno prima. Nel pomeriggio l’SVT ha segnalato un “confronto fisico tra l’artista e un fotografo”.

-

PREV A Boullay-les-deux-Eglises e Châteauneuf-en-Thymerais, il Festival degli Champs Libre sublima la campagna, questo venerdì 10 maggio
NEXT Eurovision 2024: il candidato israeliano si è qualificato per la finale sabato sera