Artus racconta la sua vacanza al lago di Serre-Ponçon

Artus racconta la sua vacanza al lago di Serre-Ponçon
Artus racconta la sua vacanza al lago di Serre-Ponçon
-

Il comico e attore Artus è in piena promozione del suo primo film Qualcosa in più. Ha scritto, diretto e interpretato questo lungometraggio girato in Isère e Drôme. Per sfuggire alla polizia, un figlio e suo padre in fuga sono costretti a trovare rifugio in un campo estivo per giovani adulti con disabilità, fingendosi residente e suo educatore specializzato.

“UUn ragazzino è annegato nel lago di Serre-Ponçon…”

Mentre su Canal +, la troupe cinematografica viene intervistata nella sequenza La casella delle domande. Alla domanda “vil tuo ricordo più bello del campo estivo? Dicci ! », l’attore Artus ha raccontato un bellissimo aneddoto.

“Ho un ricordo del campo estivo, che non è dei migliori, ma è divertente da raccontare, quindi lo racconterò! Facevo l’animatore ed eravamo in una colonia al lago di Serre-Ponçon (Alte Alpi)”, esordisce, prima di proseguire: “Poco prima del nostro arrivo c’era un ragazzino che era annegato nel lago…”. “Ah, che carino”, risponde ironicamente Clovis Cornillac.

“Avevo 19 anni, mi ha traumatizzato! Ogni mattina venivo mandato a guardare nell’erba alta per vedere se il corpo fosse arrivato”, confida Artus. “Ma è orribile”, risponde Alice Belaïdi.

Una vacanza memorabile. Ma non nel senso buono del termine in realtà…

Estratto video qui sotto.

Guarda da 2min16…

Questo contenuto è bloccato perché non hai accettato cookie e altri tracker.

Cliccando su ” Accetto “verranno inseriti cookie e altri tracker e sarai in grado di visualizzare i contenuti (maggiori informazioni).

Cliccando su “Accetto tutti i cookie”autorizzi la memorizzazione di cookie e altri tracker per la memorizzazione dei tuoi dati sui nostri siti e applicazioni per scopi di personalizzazione e targeting pubblicitario.

Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento consultando la nostra politica sulla protezione dei dati.
Gestisci le mie scelte


Accetto
Accetto tutti i cookie

Un inizio eccezionale il primo giorno

L’inizio è eccezionale per il botteghino francese con quasi 280.000 ingressi il primo giorno! In parole povere, si tratta di una delle giornate d’esordio più importanti di tutti i tempi per una commedia francese, secondo il sito specializzato Boxofficepro. Di fronte possiamo citare le 558.000 voci di Benvenuti ai Ch’ti (2008), ma molto più avanti Intoccabili (2011) o addirittura Cosa abbiamo fatto al buon Dio? (2014), che hanno registrato entrambi circa 200.000 spettatori il giorno della loro uscita.

-

PREV “Il bene più prezioso”, la storia fa bene a Michel Hazanavicius
NEXT chi ha vinto cosa? L’elenco di tutti i grafici