Eurovision 2024: testi distorti, cambi di canzoni, appello al boicottaggio… perché Israele è controverso quest’anno

Eurovision 2024: testi distorti, cambi di canzoni, appello al boicottaggio… perché Israele è controverso quest’anno
Eurovision 2024: testi distorti, cambi di canzoni, appello al boicottaggio… perché Israele è controverso quest’anno
-

l’essenziale
Diverse controversie circondano la partecipazione di Israele all’Eurovision quest’anno nel contesto della guerra con Hamas. La delegazione israeliana ha dovuto provare tre volte per far accettare la loro canzone. Te lo spiegheremo.

Fu nel 1973 che Israele si unì alla lista dei paesi partecipanti all’Eurovision. Per la prima volta un paese non europeo è stato accettato nel concorso canoro europeo. Lo Stato ebraico ha vinto l’Eurovision quattro volte. L’ultima volta è stata nel 1998 con la candidata transgender Dana International.

Quest’anno sarà una giovane donna israelo-russa di 20 anni, di nome Eden Golan, a cantare per difendere i colori israeliani. Ma il suo viaggio non è stato facile. Solo dopo tre tentativi la sua canzone “Hurricane” è stata accettata dagli organizzatori del concorso.

I primi due pezzi presentati agli organizzatori furono rifiutati. Sono stati ritenuti contrari alle regole del concorso, che vogliono essere apolitiche. Prima canzone: “October Rain”. Estratto dal testo: “Ballando nella tempesta / Non abbiamo niente da nascondere / Portami a casa / E lascia il mondo alle spalle / E ti prometto che non accadrà mai più / Sono ancora bagnato da questa pioggia di ottobre”. Il testo sembra fare riferimento diretto all’attacco di Hamas compiuto il 7 ottobre 2023. Di fronte al rifiuto degli organizzatori, Israele minaccia di ritirarsi dalla competizione. Nel dibattito interviene il presidente israeliano Isaac Herzog, i parolieri si rimettono al lavoro.

Leggi anche:
Eurovision 2024: scopri le canzoni in concorso quest’anno, paese per paese

“Hurricane” è davvero apolitico?

Secondo brano presentato: “Dancing Forever”. Nuovo rifiuto da parte degli organizzatori dell’Eurovision. Viene proposta una terza canzone. “Hurricane” è finalmente accettato. Il pezzo questa volta è stato ritenuto apolitico, ma lo è davvero? Estratto dal testo: “Ogni giorno perdo la testa / Resto in questa corsa misteriosa / Ballo nella tempesta, non ho niente da nascondere […] Tesoro, promettimi che mi abbraccerai ancora / Sono ancora distrutto da questo uragano.” La canzone in inglese termina con queste parole in ebraico: “Non abbiamo bisogno di grandi discorsi / Solo preghiere / Anche se è difficile da vedere / Mi lasci sempre con un po’ di energia.”

Un outfit simbolico

Le prime prove per il concorso canoro sono iniziate a Malmö, in Svezia, per l’evento di sabato 11 maggio. Il candidato israeliano si è presentato con un abito color crema, fatto di strisce di tessuto che ricordavano delle bende. Un modo per ricordare ciò che ha vissuto lo Stato ebraico dall’ottobre 2023, indica il canale di notizie i24news. Questo mercoledì, davanti alla stampa svedese, Eden Golan è stata interpellata sulla guerra che Israele conduce attualmente: lei non ha voluto rispondere. Afferma semplicemente: “Tutti coloro che l’ascoltano possono identificarsi con la canzone al proprio livello. La nostra gente, il nostro paese si relaziona ad essa a un livello emotivo molto diverso e più profondo, a causa della tragedia che abbiamo vissuto”.

Un candidato circondato dai servizi di sicurezza

Per la cerimonia, le autorità svedesi hanno previsto la mobilitazione di grandi forze di polizia. La cantante israeliana Eden Golan beneficia della protezione dei servizi di sicurezza israeliani. Le è stato ordinato di lasciare la sua camera d’albergo solo se strettamente necessario. Il suo direttore Yoav Tzafir ha voluto reagire alle voci secondo cui la delegazione israeliana avrebbe ricevuto la richiesta di non sventolare la bandiera israeliana durante la cerimonia dell’11 maggio. Lui nega fermamente. “È falso, è una notizia falsa, sarà consentito sventolare bandiere israeliane”, ha detto al canale israeliano N12. A poco più di una settimana dalla competizione, la canzone di Israele arriva al 7° posto nelle scommesse dei fan dell’Eurovision.

-

PREV Uno scontro brutale tra Alexander De Croo e Bart De Wever in “Het Conclaaf”: “È il momento più forte dei quattro episodi”
NEXT Gironda: l’Hotel Lalique-Château Lafaurie-Peyraguey vince due Chiavi nella Guida Michelin