Top chef – “Ha superato i limiti del disagio”, “Come fai a tirarlo fuori con facilità?”, “Pitié ha cambiato idea”, “Ha perso la calma”, “Non tocco nemmeno il piatto”: il dolce d’Arnaud disgusta i leader delle brigate e gli utenti di Internet

Top chef – “Ha superato i limiti del disagio”, “Come fai a tirarlo fuori con facilità?”, “Pitié ha cambiato idea”, “Ha perso la calma”, “Non tocco nemmeno il piatto”: il dolce d’Arnaud disgusta i leader delle brigate e gli utenti di Internet
Top chef – “Ha superato i limiti del disagio”, “Come fai a tirarlo fuori con facilità?”, “Pitié ha cambiato idea”, “Ha perso la calma”, “Non tocco nemmeno il piatto”: il dolce d’Arnaud disgusta i leader delle brigate e gli utenti di Internet
-

Dopo la “guerra dei ristoranti” della scorsa settimana, durante la quale il comportamento di alcuni apprendisti cuochi ha messo in imbarazzo gli utenti di Internet, Top chef è tornato questo mercoledì 1 maggio 2024 su M6. Otto candidati erano ancora in corsa per il titolo di Top Chef 2024. Ma non tutti erano sulla stessa barca. Il gruppo infatti era diviso in due. Il primo tempo, composto da Bryan, Marie, Jorick e Valentin, ha preso parte ad un test creativo ideato da Clare Smyth, chef britannica 3 stelle. Tutti dovevano proporre una presentazione a forma di fiore, ispirandosi ad uno dei piatti famosi del cuoco, una gigantesca rosa inglese ricavata da semplici rape.

Valentin si è ispirato alla pissaladière per proporre un fiore di loto dai petali formati da cipolle ripiene. Se l’immagine non era all’altezza dell’idea, il gusto c’era… Al punto che Clare Smyth ha attribuito un “preferito” a questo piatto che le ha regalato una grande emozione. Da parte sua, Marie era particolarmente entusiasta del tema del test e per una buona ragione. La giovane amante dei fiori ha avuto un collegamento diretto con il suo recente matrimonio, durante il quale ha indossato un abito decorato con margherite e ha ricevuto in dono una cena da Clare Smyth a Londra. Un occhiolino dal destino? In ogni caso, questo le piaceva credere… Giustamente, visto che la sua immagine delle margherite ha completamente sedotto lo chef ospite che l’ha automaticamente qualificata per la prova successiva.

Video. Justine Piluso, ex candidata Top Chef, critica l’evoluzione del programma

Audace, Bryan ha proposto un’idea controcorrente: creare un “brutto fiore”, e più precisamente un cardo, con un cuore di carciofo fritto. “Non ci sono solo rose nella vita, mi piace vedere la bellezza oltre l’apparenza, secondo altri criteri…”, ha spiegato in particolare. Un’idea considerata molto interessante da Clare Smyth, che ha trovato il piatto “confortante” e ha qualificato il candidato… Quanto a Jorick, ha commosso tutti i capibrigata rappresentando le ortensie del giardino delle nonne, con i ravanelli come petali. Il candidato aveva esercitato ulteriore pressione, poiché Clare Smyth è uno dei suoi ex capi, una donna che “rispetta enormemente”. Sfortunatamente, il britannico non aveva altro che elogi da darle. In particolare, ha giudicato il suo piatto “troppo potente”, mandando la candidata a un faccia a faccia eliminatorio.

Era giunto il momento per il secondo gruppo composto da Arnaud, Clotaire, Pavel e Quentin di entrare nell’arena. Le loro abitudini sono state stravolte nel corso di una singolare prova chiamata “la scatola verde”: i candidati, contrariamente al solito, non hanno infatti avuto accesso alla famosa dispensa dei Top Chef. Per preparare i loro piatti potevano utilizzare solo gli avanzi della prima prova. Una sfida antispreco lanciata loro da Simone Zanoni, chef del Georges V. I funghi cardoncelli presentati sotto forma di bistecca, arrosto o in tortine… ecc., i candidati sono rimasti piuttosto sobri. Tutti tranne Arnaud, il giovane candidato belga, che ha battuto tutti i record in termini di originalità. Propose infatti un piatto intitolato “Pipì di funghi ostrica nella neve”, che rappresenta visivamente la pipì bloccata sotto la neve.

Un’idea, senza alcun legame con gli ingredienti imposti o con il tema dell’eco-responsabilità, che ha lasciato molto perplessi i vertici dei vigili. “Noi gli diciamo fungo ostrica, ci dice pipì nella neve!”, “ha pensato alla provocazione”, si sono particolarmente rammaricati. Nel corso della degustazione anche lo chef Simone Zanoni non ha nascosto il suo stupore, ammettendo di avere difficoltà a comprendere il “delirio” del candidato. Lo chef italiano ha addirittura sottolineato che il cioccolato incorporato nel dessert aveva “la forma di escrementi”. Nonostante un’interessante combinazione fungo-cioccolato, Simone ha mandato Arnaud ad un turno eliminatorio contro Jorick. Una decisione che non ha sorpreso gli internauti, molti dei quali si sono detti indignati o addirittura disgustati dall’idea di Arnaud su X.

Senza troppa sorpresa, Arnaud ha abbandonato la competizione, al termine di un evento finale vinto a mani basse dal suo concorrente Jorick.

-

PREV Politica: I cittadini di Gruyères voteranno sull’istituzione di un Consiglio Generale
NEXT Eurovision 2024: la Svizzera qualificata, Slimane impressiona… Cosa ricordare della seconda semifinale