Roxane Duraffourg e la pittura orientalista

Roxane Duraffourg e la pittura orientalista
Roxane Duraffourg e la pittura orientalista
-

L’artista Roxane Duraffourg, che ha vissuto ad Argenton-sur-Creuse, a Saint-Benoît-du-Sault, e vive attualmente in Dordogna, ritorna spesso nel sud dell’Indre dove mantiene forti legami. L’estate scorsa ha presentato i suoi dipinti alla cappella Saint-Benoît nell’ambito di una mostra congiunta con la scultrice Dorothée Loriquet.

Comprendi cosa si nasconde dietro questo termine generico

Coinvolta nella creazione dell’Università Popolare (Upop) di Argenton, di cui ha creato il logo, trova regolarmente il suo posto nel ciclo di conferenze dell’associazione attraverso temi molto diversi.

Nel 2022 ha parlato di Street Art, e domani parlerà di pittura orientalista, tema che ritiene difficile, ponendo la domanda: Un Oriente fantasticato al servizio della bellezza per la propaganda?

Laureata in storia dell’arte, Roxane Duraffourg aveva già studiato questo stile che occupò un posto importante nella pittura del XVIII secolo.e secolo fino agli anni ’60 con l’indipendenza dell’Algeria.

Domani inviterà il pubblico a capire cosa si nasconde dietro questo termine generico che unisce desiderio di conquista e imperialismo, scenari idealizzati, dove esotismo fa rima con erotismo, in un momento in cui l’Europa vive i suoi più grandi sconvolgimenti economici e industriali.

Il suo intervento metterà in luce le caratteristiche di questo dipinto attraverso numerosi esempi di dipinti di Delacroix, Ingres o Benjamin Constant, e analizzerà il modo in cui viene percepito oggi. Roxane Duraffourg aggiungerà un tocco personale. La pittura orientalista trova posto in diversi dipinti di suo padre, mobilitato durante la guerra d’Algeria.

Pittura orientalista, mercoledì 24 aprile alle 19, Espace Jean Frappat, ad Argenton-sur-Creuse. Prezzi: Ingresso: 6€; soci, 3€; abbonati, gratuiti. E-mail: [email protected]; upopargentonsurcreuse.com

-

PREV al Festival di Cannes, questo appassionato di cinema amatoriale guarda 30 film ogni anno
NEXT Spiedini irresistibili | La stampa