il duello di calcio vecchio stile 1 contro 1 accende Internet e sogna Netflix

il duello di calcio vecchio stile 1 contro 1 accende Internet e sogna Netflix
il duello di calcio vecchio stile 1 contro 1 accende Internet e sogna Netflix
-

Un pallone, due giocatori che si sfidano in un duello e il pubblico. Questo mi viene spontaneo alla mente il famoso cartone animato Galactik Football (per chi ha l’arbitro). JNK si è distinto grazie al suo concetto 1 contro 1 e vuole aprire una scuola calcio la prossima stagione. Questo mix di calcio e intrattenimento spopola sui social network con oltre 34 milioni di visualizzazioni (Youtube/Tiktok). “Il calcio adesso richiede solo giocatori tranquilli, hai le istruzioni, le rispetti, non c’è più troppo spettacolo come prima” spiega John Nkomb, il presidente, che ha lavorato con i giovani del PSG. Questo “gran lavoratore”, come lui stesso si definisce, non si è mai arreso. Ed è naturalmente verso il calcio che è rivolto. Il progetto però stentava a decollare, ma lui ci ha sempre creduto. “All’inizio non potevamo reclutare 16 candidati […] Alla fine abbiamo ricevuto più di 150 richieste per l’edizione 92 (Hauts de Seine).”

Per visualizzare questo contenuto di Youtube, devi accettare i cookie Annuncio.

Questi cookie consentono ai nostri partner di offrirti pubblicità e contenuti personalizzati in base alla tua navigazione, al tuo profilo e ai tuoi interessi.

Gestisci le mie scelte Autorizzo

A poco a poco, le applicazioni dei giocatori iniziano ad affluire. Seduto a casa, Random (finalista) riceve un messaggio da un amico che ha visto l’annuncio su Tiktok. Bingo, decide di partecipare “per il piacere di 1 contro 1”. PLT.185, un altro finalista, è stato contattato dall’organizzazione. Inizialmente riluttante, si lascia convincere dalla sfida “Sono stato incoraggiato da mio fratello e da un amico e ho realizzato l’edizione 77.” L’organizzazione ci spiega che reclutano i candidati tramite video “Su 150 giocatori che si offrono è un supermercato: prendiamo 32 buoni giocatori di cui 4/5 giocatori un po’ meno bravi così possiamo essere sicuri che ci siano buone sequenze”.

Mentalità del “gioco dei cechi”.

Gioco di assegni si riduce a “l’arte del calcio di strada!” per PLT.185 chi lo aggiunge “Il fascino dell’1 contro 1 è la moltitudine di gesti, dalla semplice finta all’ultimo gesto uscito da FIFA”. La definizione è universale e molto personale a seconda di ciascun giocatore. Per Le Random è il fatto “riproduci ciò che puoi fare nel quartiere su un grande appezzamento di terreno con flusso.”

Il JNK si è impregnato di questa filosofia, considerata la nuova identità del calcio francese. Questo stato d’animo è diventato molto popolare tra i giocatori dilettanti e professionisti fino alle giovanili francesi. “I brasiliani hanno Joga Bonito, noi abbiamo Tcheks Play“* ha dichiarato Lucas Gournat-Douath (centrocampista dei Blues) in un video della FFF.

Per visualizzare questo contenuto di Twitter devi accettare i cookie Social networks.

Questi cookie ti consentono di condividere o reagire direttamente sui social network ai quali sei connesso o di integrare contenuti inizialmente pubblicati su questi social network. Consentono inoltre ai social network di utilizzare le tue visite ai nostri siti e alle nostre applicazioni per scopi di personalizzazione e targeting pubblicitario.

Gestisci le mie scelte Autorizzo

Calcio, trashtalk e social network: obiettivo Netflix

Se il concept ha trovato così tanto pubblico è perché la JNK Akademy sa come farlo quando è necessario dare spettacolo. Hanno capito che i social network erano un canale perfetto per amplificare ancora di più l’hype. John Nkomb si riconosce nel delirio “kainry” e lo paragona al basket americano, perché “sono bravi a raccontare storieMolto ambizioso, il suo obiettivo “è andare su Netflix! Un po’ come la serie L’ultima occasione U

Random riconosce che il Trashtalk con l’avversario porta un piccolo trucco. “Quando vedi un giocatore dire che ti ucciderà, vuoi rispondere e affrontarlo! E il pubblico non vede l’ora che i due giocatori parlino. Lo stanno aspettando. Perché se non ti assumi la responsabilità dietro , ti fa molto male (ride).” La configurazione del torneo porta con sé tutta la sua specificità. Il pubblico è vicinissimo, non ci sono barriere, la pressione è percepibile e il pubblico aspetta solo di scatenarsi. “Devi gestire lo stress e la pressione […] Ci sono alcuni che vengono da lontano e altri che vengono solo per te. Dobbiamo accontentare il pubblico. Quando il pubblico inizia a urlare, per me la missione è compiuta. A volte vuoi umiliare il tuo avversario, scioccarlo, c’è una parte di questo. Se vinco e so di non aver fatto piacere al pubblico, personalmente sono deluso”. spiega Le Random. La presenza del pubblico può anche far traboccare l’eccitazione secondo PLT.185: “è vero che se umili l’avversario è sempre meglio ma è raro, soprattutto perché con l’orgoglio non sei al sicuro da un brutto colpo…”

JNK Akademy conquista tutta la Francia

Tuttavia, PLT.185 ha ricordi contrastanti della sua esperienza all’interno dell’Accademia JNK: “Ci sono cose belle e cose brutte e penso che se potessi tornare sulla mia scelta iniziale non necessariamente avrei accettato l’invito… Non necessariamente mi piace il fatto di sporcare la gente, e nemmeno il fatto che tu può sporcarsi su YouTube… lo trovo malsano.” Tuttavia, la JNK Akademy è stata un vettore di connessioni tra molti giovani. Il campione Top Baller (concetto equivalente nel Regno Unito) è venuto a confrontarsi con i migliori residenti dell’Ile-de-France. “Ci sono legami con persone della mia età che mi chiamano per giocare a calcio o con Tiktoker che vogliono che facciamo video insieme” Ce lo racconta Le Random.

Per visualizzare questo contenuto di Instagram devi accettare i cookie Social networks.

Questi cookie ti consentono di condividere o reagire direttamente sui social network ai quali sei connesso o di integrare contenuti inizialmente pubblicati su questi social network. Consentono inoltre ai social network di utilizzare le tue visite ai nostri siti e alle nostre applicazioni per scopi di personalizzazione e targeting pubblicitario.

Gestisci le mie scelte Autorizzo

Nel frattempo l’Accademia JNK ha appena iniziato la sua espansione. Sabato 20 aprile si è svolta la seconda parte della finale dell’Île-de-France che ha incoronato il miglior giocatore della regione tra i 16 finalisti rimasti. L’organizzazione si affida a noi “che sono richiesti da ogni parte”. Hanno intenzione di continuare il loro tour in Francia, passando per Marsiglia, Nizza e Bordeaux.

-

PREV “l’idea del mio film, The Kingdom, è quella di rappresentare la relazione tra un padre e sua figlia in un mondo in cui tutto muore”
NEXT Potresti fare una crociera con Guylaine Tremblay e Marie-Claude Barrette