L’Agenzia regionale della sanità sporge denuncia contro l’ex direttrice della Dordogna per le sue dichiarazioni anti-vax

L’Agenzia regionale della sanità sporge denuncia contro l’ex direttrice della Dordogna per le sue dichiarazioni anti-vax
L’Agenzia regionale della sanità sporge denuncia contro l’ex direttrice della Dordogna per le sue dichiarazioni anti-vax
-

Parole che non reggono il confronto con l’Agenzia regionale della sanità (Ars). Marie-Ange Perulli, ex direttrice dell’ARS della Dordogna, è oggetto di una denuncia per diffamazione presentata il 27 maggio 2024, secondo le informazioni rivelate martedì 18 giugno da Francia Blu Périgord .

Dice di aver limitato l’apertura dei centri vaccinali

È accusato di aver dichiarato pubblicamente, nel corso di una conferenza tenutasi l’8 maggio a Saintes (Charente-Maritime), di avere “tutto fatto per limitare l’apertura dei centri vaccinali” durante l’epidemia di Covid-19.

Questa conferenza è stata organizzata dall’Independent Scientific Council, un gruppo legato ai movimenti anti-vax, secondo i nostri colleghi. Anche Marie-Ange Perulli avrebbe dichiarato in questa occasione che i medici “ha seguito le istruzioni nazionali senza libero arbitrio” giornalisti che “stavamo cercando la bestiola”.

Leggi anche: Omeopatia, vaccini, energia nucleare, pesticidi… Questi temi attirano notizie false e fantasie

Presentata una denuncia “senza indugio”

Per reazione, Benoît Elleboode, nuovo vicedirettore generale dell’ARS, ha annunciato su X (ex Twitter) la sua intenzione di sporgere denuncia, deplorando incidentalmente la “strategia” di Marie-Ange Perulli. “Abbiamo salvato vite umane grazie e attraverso la vaccinazione”ha ricordato.

Anche il ministro della Sanità, Frédéric Valletoux, ha chiesto una denuncia ” senza indugio “ su X. Contattato da Francia Bluil Ministero della Salute non ha ancora risposto.

-

NEXT Il Vietnam cerca di aumentare la propria quota di mercato del caffè in Canada