Virginie Efira, Michel Drucker, Elisabeth Borne… I diplomati di quest’anno – Libération

Virginie Efira, Michel Drucker, Elisabeth Borne… I diplomati di quest’anno – Libération
Virginie Efira, Michel Drucker, Elisabeth Borne… I diplomati di quest’anno – Libération
-

Con qualche giorno di anticipo, martedì 9 luglio è stata rivelata la promozione della Legione d’Onore del 14 luglio. Ha più di 500 persone premiate, provenienti da contesti diversi.

L’elenco delle personalità che hanno ricevuto la Legione d’Onore nell’ambito della promozione del 14 luglio è stato pubblicato martedì 9 luglio sulla Gazzetta Ufficiale, qualche giorno in anticipo rispetto al calendario tradizionale. In questione: il contesto politico turbolento, con la formazione di un nuovo governo all’orizzonte, mentre i ministri hanno la capacità di proporre personalità che possono ricevere questo riconoscimento. Questa promozione comprende personalità di varia provenienza: Élisabeth Borne, ex primo ministro, ma anche l’attrice Virginie Efira e il conduttore televisivo Michel Drucker.

Delle 521 persone premiate quest’anno – più delle 358 della promozione del 14 luglio 2023 – solo due hanno raggiunto la massima dignità della Legione d’Onore. Bernard Esambert, ex alto funzionario e presidente dell’Istituto Georges Pompidou, così come Joëlle Kauffmann, ex ginecologa e attivista femminista di lunga data (MLAC), vengono così promossi alla Gran Croce.

Jean Reno, Benjamin Millepied e Marjane Satrapi hanno decorato

Diversi nomi del mondo della cultura hanno ricevuto l’onorificenza: l’attore Jean Reno, il coreografo Benjamin Millepied e l’autrice e regista Marjane Satrapi hanno quindi raggiunto il grado di cavaliere. Lo scrittore e segretario permanente dell’Accademia di Francia Amin Maalouf viene promosso al grado di ufficiale, così come la scrittrice Leïla Sebbar. È il caso anche della giornalista Caroline Fourest, direttrice editoriale della rivista Franc-Tireur, e del conduttore televisivo Michel Cymes.

Anche il settore associativo conta due personalità decorate di diverso grado: il presidente del Consiglio di rappresentanza delle istituzioni ebraiche in Francia Yonathan Arfi riceve l’onorificenza di cavaliere, mentre Philippe Da Costa, presidente della Croce Rossa, riceve quella di comandante.

Dal punto di vista politico, l’ex ministro degli Esteri del governo Borne, Catherine Colonna, è come l’ex primo ministro promosso comandante. Ci sono anche ex combattenti della resistenza che entrano nell’ordine della Legione d’Onore: René Brunet, Lucienne Forestier, Suzette Champavier e persino Léon Roux.

Florence Bergeaud-Blackler controversa

Più problematica, la decorazione di Florence Bergeaud-Blackler, antropologa responsabile della ricerca al CNRS, proposta dallo stesso Emmanuel Macron. Il suo lavoro suscitò accese polemiche nella comunità dei ricercatori, in particolare dopo la pubblicazione di un lavoro controverso, Fratellanza e le sue reti, l’indaginedove denuncia i pericoli che il movimento rappresenterebbe per le democrazie occidentali.

La più alta distinzione nazionale, la Legion d’Onore premia le persone “impegnato al servizio dell’interesse generale e dell’influenza della Francia”, si legge in un comunicato della Gran Cancelleria. Questa decorazione è teoricamente condizionata ad un minimo di 20 anni di attività nel pubblico servizio, o 25 anni di attività professionale, e viene assegnata su proposta di un ministro. Due volte all’anno, la Legion d’Onore viene assegnata a personalità che compaiono nella promozione del 1° gennaio o in quella del 14 luglio.

-

PREV “Non toccare la mia stazione”: il trucco di C8 per mantenere Hanouna in onda
NEXT Il re Mohammed VI rende omaggio a Mustapha Dassoukine