“Ci sono cose che allora erano accettate e che oggi non sarebbero più accettate”

“Ci sono cose che allora erano accettate e che oggi non sarebbero più accettate”
“Ci sono cose che allora erano accettate e che oggi non sarebbero più accettate”
-

Fort Boyard fa parte del patrimonio audiovisivo francese. Quest’anno, il famoso gioco d’avventura Francia 2 diventa addirittura il programma televisivo più antico ancora trasmesso dopo la chiusura Numeri e lettere. Devo dirlo Forte Boyard festeggia un anniversario davvero speciale quest’estate, poiché il programma celebra il suo 35° anniversario. Abbastanza per far felice Olivier Minne, lui che ne ha preso le redini Forte Boyard nel 2003: “Avevo appena subito un fallimento con il gioco La Cible. Yves Bigot, allora direttore dell’unità varietà, giochi e intrattenimento di France 2, mi invitò a cena. Pensavo fosse per darmi una brutta notizia. Invece mi ha offerto le chiavi di Fort Boyard“, ha recentemente raccontato il conduttore 7 giorni televisivi.”Ho esitato per 48 ore, per paura di essere troppo giovane per incarnare il programma, condotto prima di me da Patrice Laffont e Jean-Pierre Castaldi. Alla fine ho accettato. Yves Bigot aveva rilevato in me questa capacità di vivacizzare il gioco. Ho imparato, col tempo, che bisogna fidarsi di chi percepisce in te qualità che non sospetti.

Nel corso degli anni, Fort Boyard ha subito molti cambiamenti. Le meccaniche di gioco sono state talvolta riviste per non annoiare lo spettatore. Alcuni elementi dello spettacolo sono addirittura scomparsi, come certi test ritenuti sessisti o addirittura le tigri: “Nel 2003, quando sono arrivato, molte cose erano già cambiate. Non era necessariamente legato alla pressione dei tempi o al cambiamento dello spirito dei tempi“, ha stimato Olivier Minne al microfono di Informazioni sulla Francia il 28 giugno.

Leggi anche

“Avevo le mani insanguinate e lividi sul polpaccio”: Natasha St-Pier contante…

Maggiori informazioni su Télé 7 Jours

Leggi anche

-

PREV Il fallimento di “Horizon: An American Saga”: l’inizio della fine per Kevin Costner?
NEXT “Non molto tempo fa gli ho detto che ti amo”