“Non mi alzo, non voglio mangiare, non mi lavo”: Marie-José Perec nervosa, confida la sua depressione

“Non mi alzo, non voglio mangiare, non mi lavo”: Marie-José Perec nervosa, confida la sua depressione
“Non mi alzo, non voglio mangiare, non mi lavo”: Marie-José Perec nervosa, confida la sua depressione
-

La carriera di Marie-José Pérec è stata bellissima e segnata da numerose medaglie olimpiche. Ma domenica 23 giugno 2024 ha accettato di tornare senza dubbio il periodo più complicato della sua vita occorrenza: le Olimpiadi di Sydney del 2000, nello spettacolo
Una domenica in campagna. Infatti, quattro prima, ai Giochi Olimpici di Atlanta, aveva vinto due medaglie d’oro.

Quindi molte speranze erano riposte in lei. Ma tutto non è andato affatto come previsto. “Non avevo realizzato che la sfida più grande dei Giochi era mia e di Cathy Freeman“, ha spiegato, riferendosi a questo atleta scelto per accendere la fiamma olimpica, simbolo di riconciliazione tra i discendenti dell’emigrazione europea e gli aborigeni.

Marie-José Perec: “Mi hanno rovinato”

Non era nell’interesse di un intero Paese lasciarti vincere, soprattutto sul suo territorio. Lasciare vincere una donna aborigena è stata una storia incredibile perché esiste una forma di senso di colpa australiano“, gli fece notare Frédéric Lopez. Marie-José Perec aveva allora vissuto un periodo molto difficile.

Questa è una causa molto più grande di me.
Ci sono persone che vengono nel mio albergo per spaventarmi. Ci sono persone che mi seguono. In quel momento l’atleta è sul filo del rasoio e dobbiamo avanzare fino alla finale cercando di mantenere questo equilibrio. Ma poi mi hanno rovinato. In realtà sono esploso. Decido di tornare a casa, mi salvo la pelle
“, ha ricordato, ancora segnata da questa terribile esperienza.

Marie-José Perec è tornata in Guadalupa per rimettere la testa fuori dall’acqua

Per tre mesi non mi alzo, non voglio mangiare, non mi lavo. Sono depresso, Che cosa. È la discesa agli inferi“, ha aggiunto. Per cercare di tenere la testa fuori dall’acqua, ha seguito il consiglio di sua nonna che le ha chiesto di tornare in Guadalupa. Ha poi spiegato che stava iniziando a sentirsi meglio ascoltando “gente normale“.

Oggi, se
l’atleta
è riuscita a voltare pagina su questo periodo della sua vita, non potrà mai dimenticarlo poiché ha portato anche alla fine della sua carriera.

-

PREV Adele annuncia che alla fine dell’anno si prenderà una “grande pausa” dalla musica
NEXT Accusato di stupro, l’attore e regista Samuel Theis (Anatomy of a Fall) sfugge all’accusa