Un’intera generazione saluta Françoise Hardy a Parigi

Un’intera generazione saluta Françoise Hardy a Parigi
Un’intera generazione saluta Françoise Hardy a Parigi
-

Una grande folla si è radunata giovedì al cimitero Père-Lachaise di Parigi per onorare la memoria della cantante Françoise Hardy.

AFP

Con l’animo spezzato, molti parenti e ammiratori della cantante francese Françoise Hardy si sono riuniti giovedì al cimitero Père-Lachaise di Parigi per la cerimonia di addio a una delle ultime icone degli anni Sessanta, morta all’età di 80 anni.

Thomas Dutronc, figlio di Françoise Hardy e del cantante e cantautore Jacques Dutronc, è arrivato poco prima delle 15 sotto la cupola del crematorio, dove si incontravano la famiglia e gli amici dell’artista.

C’era anche la sua famiglia artistica: i cantanti Etienne Daho, Julien Clerc, Laurent Voulzy, Sheila, Dave, Salvatore Adamo e il regista François Ozon, che ha utilizzato molte melodie della cantante nei suoi film.

Nicolas Sarkozy e Carla Bruni

L’artista con il suo fisico androgino e la sua presunta malinconia aveva conquistato il pubblico anglosassone negli anni ’60, catturando l’attenzione di Mick Jagger e Bob Dylan. È stata anche l’unica francese nella classifica delle 200 migliori cantanti di tutti i tempi pubblicata dalla rivista americana “Rolling Stone” nel 2023.

Alla cerimonia al Père-Lachaise erano presenti anche l’ex presidente Nicolas Sarkozy e sua moglie Carla Bruni, il ministro della Cultura Rachida Dati e la moglie del capo di Stato francese Brigitte Macron, che al suo arrivo è stata fischiata. ha osservato un giornalista dell’AFP.

Centinaia di spettatori sono venuti per rendere omaggio alla donna i cui successi “All the boys and girls” – da lei scritti e composti, hanno venduto più di 2 milioni di copie – o “Comment te dire adieu”, il suo standard del 1968, hanno scosso la loro adolescenza. .

“Tutta la mia giovinezza”

“Ha segnato le nostre vite, dagli anni ’60 a oggi”, ha detto Jean-Charles, un pensionato parigino di 70 anni, con il basco basco in testa. “Con i suoi messaggi potremmo prenderci il tempo per sistemarci e vivere”.

“Rappresenta tutta la mia giovinezza, era una personalità discreta, lontana dal clamore, una donna molto bella rispetto alle ragazze di oggi”, dice Houria, una parigina di 71 anni.

Annie non era nata nel 1962 quando uscì “All the Boys and Girls”, ma era comunque lì per rendere omaggio alla donna che le ricorda sua madre, che ascoltava sempre le sue canzoni.

“Sono venuto anche per tutta la famiglia Dutronc”, Thomas e Jacques, marito di Françoise Hardy da cui era separata da più di trent’anni ma non divorziata, aggiungono questo impiegato pubblico, che lavora di notte e si recava al cimitero di Père -Lachaise prima di assumere il suo incarico.

Sepolto in Corsica

La cantante di “Tante cose belle” aveva espresso il desiderio di essere “cremata nell’intimità e senza cerimonia religiosa”, secondo il settimanale “Paris Match”, e sepolta in Corsica, più precisamente a Monticello, dove vive Jacques Dutronc.

La scomparsa di Françoise Hardy, che aveva lottato contro un cancro comparso nel 2004, arriva quasi un anno dopo quella dell’inglese preferita dai francesi, Jane Birkin, un’altra figura emblematica degli anni Sessanta morta nel luglio 2023.

(afp)

-

NEXT Krishen Manaroo: il soffio di vita di un giovane giocatore del “Bansuri”.