Zinédine Zidane parla della sua dieta

Zinédine Zidane parla della sua dieta
Zinédine Zidane parla della sua dieta
-

Evidentemente Zinédine Zidane, stella del calcio mondiale, non perde occasione per ribadire il suo attaccamento alla cultura e alle abitudini del suo Paese d’origine, l’Algeria.

Il suo ultimo segreto riguarda la sua dieta. Il pane Kabyle fa parte del menu di uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi.

Zinédine Zidane è nata 52 anni fa a Marsiglia da genitori algerini della regione di Béjaïa, in Cabilia. Suo padre, Smaïl Zidane, emigrò in Francia all’inizio degli anni ’50 in cerca di lavoro.

Rimase lì e mise su famiglia, ma 70 anni dopo rimase ancora attaccato alla terra dove era nato. Un attaccamento che ha trasmesso ai suoi figli, e anche ai suoi nipoti, come abbiamo visto lo scorso maggio quando la famiglia si è recata ad Aguemoun (Béjaïa) per rendere omaggio alla tomba del maggiore dei fratelli, Farid, morto nel 2019 all’età di 54 anni. .

Durante la sua vita, Farid andò regolarmente ad Aguemoun, come suo padre. Prima di morire aveva espresso il desiderio di essere sepolto lì. Le visite di Zinédine Zidane in Algeria, invece, sono molto rare, ovviamente a causa della sua carriera. Ma anche lui nutre lo stesso attaccamento all’Algeria.

Zinédine Zidane parla della sua dieta

Nella sua ultima intervista a Média Carré non si è parlato dell’Algeria, ma l’ex giocatore e allenatore del Real Madrid non ha mancato di menzionarla indirettamente.

A Zizou è stato chiesto del suo peso forma a 52 anni rispetto al suo periodo di attività. “ Sono anche sotto, ma ho perso i muscoli “, ha risposto il campione del mondo 1998 “. Non è più la stessa cosa, continua, ora c’è un po’ più di pane della Cabilia, un po’ più di couscous “.

Mangiamo un po’ di più, ma sinceramente sto sotto perché sto attento », spiega ancora il calciatore.

Il pane Kabyle è una specie di frittella a base di semola di grano duro o d’orzo e olio d’oliva. Il couscous è un piatto tipicamente algerino, ampiamente consumato in Cabilia.

Zizou ha sempre espresso il suo attaccamento alle sue origini algerine. In passato ha spiegato che se non parla fluentemente la Cabilia, a differenza dei suoi fratelli, è perché ha dovuto allontanarsi giovanissimo dalla casa paterna per frequentare un centro di formazione.

La sua ultima visita in Algeria è stata nel 2010. Nel 2006, dopo la fine della sua carriera da giocatore, si è recato lì in una visita memorabile e molto pubblicizzata. In particolare ha visitato il villaggio natale di suo padre dove è stato accolto da una folla impressionante di fan.

SULLO STESSO ARGOMENTO:

La toccante visita del padre di Zidane e del nipote Mehdi in Algeria

-

PREV Camille Santoro (Famiglie numerose) fa il punto sui successi ottenuti nella sua vita di mamma single
NEXT Sesso e canto in mare: decifrare la canzone caliente che ha reso Shakira famosa nel mondo