Françoise Hardy: è ora di salutarsi durante una cerimonia a Parigi

Françoise Hardy: è ora di salutarsi durante una cerimonia a Parigi
Françoise Hardy: è ora di salutarsi durante una cerimonia a Parigi
-

“Ci incontreremo nella sala della Cupola del crematorio del cimitero del Père-Lachaise (…) a partire dalle 15”, scriveva nel taccuino di Figaro Jacques Dutronc, suo marito dal quale era separata ma non divorziata da anni, e loro figlio Tommaso.

Anche musicista, è stato lui ad annunciare la morte dell’idolo yéyé, interprete di successi come “All the boys and girls” o “Comment te dire adieu”, successivamente tradotto in inglese.

Sotto una foto sua e di sua madre, Thomas Dutronc ha scritto la sera dell’11 giugno sui social un sobrio “La mamma se n’è andata”.

Due giorni dopo, è tornato sul palco durante un toccante concerto a Pas-de-Calais. “In Inghilterra si dice +elefante nella stanza+ (il vasto argomento di cui evitiamo di parlare, ndr). (…) Non possiamo tradurre in francese ma, per me, il mio +elefante nella stanza+, è “È il mio la partenza di mia madre verso altri cieli”, ha detto con modestia, davanti a un pubblico emozionato.

La cantante di “So Many Beautiful Things” aveva espresso il desiderio di essere “cremata nell’intimità e senza cerimonie religiose” in Corsica, secondo il settimanale Paris Match. Più precisamente a Monticello, dove vive Jacques Dutronc e dove possedeva anche una casa.

All’inizio della settimana non era stata avanzata alcuna richiesta per la sepoltura delle ceneri nel cimitero, ha detto il municipio di Monticello interrogato dall’AFP. Resta la possibilità di spargere le ceneri nella natura o di collocare l’urna funeraria su una tomba di proprietà privata.

Figura emblematica degli anni Sessanta dalla voce evanescente, Françoise Hardy conduce da molti anni una battaglia contro la malattia. Il cancro è apparso nella sua vita nel 2004, assumendo diverse forme e causandogli una dura prova.

L’artista ha così ammesso al Paris Match nel 2023 di voler “andarsene presto e velocemente, senza troppe sfide, come l’impossibilità di respirare”.

Si è espressa a favore del diritto a morire con dignità e ha scritto una lettera in tal senso pubblicata alla fine del 2023 su La Tribune Dimanche.

L’artista, con la sua finta malinconia, conquistò negli anni ’60 il pubblico anglosassone, attirando l’attenzione di Mick Jagger e Bob Dylan. È stata anche l’unica francese nella classifica delle 200 migliori cantanti di tutti i tempi stilata dalla rivista americana Rolling Stone nel 2023.

-

NEXT Krishen Manaroo: il soffio di vita di un giovane giocatore del “Bansuri”.