Cinque padri memorabili del cinema del Quebec

-

Ci hanno scioccato, commosso, fatto ridere ma a volte ci hanno anche fatto arrabbiare con la loro goffaggine e la loro incapacità di esprimere le proprie emozioni. Per celebrare la festa del papà, Il giornale rende omaggio a cinque importanti figure paterne del nostro cinema.

Gervais dentro PAZZO

Foto di archivio, IVA

Nel corso della sua bella e lunga carriera, il compianto Michel Côté ci ha offerto diversi bellissimi personaggi paterni, sia nella commedia poliziesca Da padre a poliziotto o nel thriller Mia figlia, il mio angelo. Ma il più indimenticabile di loro rimane senza dubbio Gervais Beaulieu, che ha interpretato nel film cult PAZZO (di Jean-Marc Vallée), un padre autoritario che fatica ad accettare l’omosessualità del figlio (interpretato da Marc-André Grondin), nel Quebec degli anni ’70. Impossibile non versare una lacrima quando lo si vede finalmente riconciliarsi con suo figlio la fine del film.

Remy dentro Invasioni barbariche


Foto d’archivio

Rémy Girard ha fatto piangere l’intero Quebec circa vent’anni fa con la sua memorabile interpretazione di Rémy, un professore universitario e donnaiolo che ritrova suo figlio (Stéphane Rousseau) mentre affronta un cancro in fase terminale. Premiato con l’Oscar per il miglior film in lingua straniera nel 2004, questo capolavoro di Denys Arcand ha permesso all’attore preferito del cineasta di brillare in tutto il mondo e persino di essere elogiato sulle pagine dei telefilm. New York Times.

Davide dentro Starbucks


Cinque padri memorabili del cinema del Quebec

Cortesia

Con questa commedia di successo pubblicata nel 2011, il regista Ken Scott e il suo co-sceneggiatore Martin Petit hanno trovato un modo stranamente originale di affrontare il tema della paternità! Patrick Huard interpreta un eterno adolescente di 42 anni che scopre di essere padre di 533 bambini concepiti grazie alle sue donazioni di sperma e che 142 di loro vogliono conoscere la sua identità. Questa idea per uno scenario è nata da allora Starbucks è stato oggetto di un “remake” francese intitolato Fonzy e una versione hollywoodiana diretta dallo stesso Scott e prodotta nientemeno che da Steven Spielberg.

Francesco dentro Blues dei bar a gas


Cinque padri memorabili del cinema del Quebec

Foto di cortesia

Il cineasta Louis Bélanger non ha mai nascosto che il commovente personaggio di François Brochu, detto “The Boss”, interpretato da Serge Thériault in Blues del bar a gas, era un omaggio a suo padre che possedeva una stazione di servizio nel distretto di Limoilou nel Quebec. Magistrale nei panni di questo padre vedovo affetto dal morbo di Parkinson, Thériault ha vinto il premio Jutra come miglior attore nel 2004 per questa interpretazione, battendo sul traguardo Rémy Girard, nominato quell’anno per il suo ruolo in Invasioni barbariche.

Germain dentro Camion


Cinque padri memorabili del cinema del Quebec

FOTO K-FILMS AMERICA

Anche il regista Rafaël Ouellet rende omaggio a suo padre – che è stato camionista per 40 anni – in questo ritratto tenero e commovente di un vedovo (il commosso Julien Poulin) che ha appena abbandonato il lavoro dopo essere rimasto traumatizzato da un incidente stradale costato la vita di una donna. Consumato dal senso di colpa, cercherà di ricostruire i ponti con i suoi due figli trentenni (Patrice Dubois e Stéphane Breton) che ha perso di vista da anni.

-

NEXT Krishen Manaroo: il soffio di vita di un giovane giocatore del “Bansuri”.