“Anche io ne avevo diritto, mi hanno fatto apparire come uno che picchia le donne”

“Anche io ne avevo diritto, mi hanno fatto apparire come uno che picchia le donne”
“Anche io ne avevo diritto, mi hanno fatto apparire come uno che picchia le donne”
-

In piena promozione dei nuovi episodi della serie TF1 “Le replacenant”, nella quale interpreta, Joey Starr ha risposto alle domande di Le Figaro in un articolo pubblicato il 27 maggio 2024, insieme alla sua compagna di gioco Clémentine Célarié.

Interrogato sulla presenza del suo nome in fondo alla colonna “Non cancellare Gérard Depardieu”, firmata da quasi 50 personalità che chiedono di non sostituirsi alla giustizia e di permettere all’attore di continuare a recitare nonostante l’incriminazione per stupro e violenza sessuale, Clémentine Célarié ha subito evitato la sua risposta: “Ah, non sto parlando di questo! Non voglio aggiungere benzina sul fuoco”.

Joey Starr, invece, ha parlato a lungo. “Quando Clementine me ne ha parlato, le ho detto: ‘Non so se ti farà un favore se firmo… con il mio corso.'” Per “corso” Joey Starr intende diversi casi di alto profilo in cui è stato implicato come autore di violenza, in particolare di violenza contro le donne.

Per prima cosa, dopo aver insultato tre assistenti di volo dell’Air France, Joey Starr ne ha schiaffeggiato uno, che ha risposto. Le ha sputato in faccia, l’ha aggredita prima di finire per lanciarle un libro in faccia. È stato condannato a due mesi di carcere e a una multa di 4.500 euro.

Il rapper è stato processato per percosse contro una delle sue ex compagne, Jennifer Galin. Con quest’ultimo, ha condiviso una relazione violenta, fatta di “reclusione isterica, comportamento sadomasochista”, secondo le parole del suo avvocato dell’epoca, come riportato da Libération nel 1999. Alla fine di questo processo, è stato condannato a sei mesi di prigione. Nel 2009, Joey Starr è stato nuovamente condannato a tre mesi di carcere e a 2.000 euro di multa per violenza domestica nei confronti della regista Leïla Sy, madre dei suoi due figli.

Date le sue convinzioni, il termine “curriculum”, invece di “precedente giudiziale”, è piuttosto sgradito. Ma se il suo passato ha creato riserve in Joey Starr riguardo alla firma di una colonna a sostegno di Gérard Depardieu, ovviamente non gli ha impedito di difendere l’attore durante l’intervista tracciando un parallelo con il suo background: “Ero d’accordo con loro (i firmatari della piattaforma; ndr), ho detto che è pazzesco. Andate da lui, bruciatelo sul rogo, è orribile questa caccia alle streghe! (…) L’ho trovata orribile, soprattutto perché lo è! in attesa, non sappiamo se abbiamo rotto qualcuno. Ne avevo diritto anch’io, ho avuto degli scontri e mi sono ritrovato in prima pagina alle 20 su TF1 o qualsiasi canale per qualcosa in cui mi sono detto: “Non succede niente al mondo o cosa, ragazzi?” Mi hanno fatto passare per qualcuno che picchia le donne anche se ho cicatrici sul viso che dimostrano che mi piace il rompiscatole competitivo e questo crea attrito.”

Tuttavia, come afferma lo stesso artista, Gérard Depardieu è attualmente presunto innocente. Joey Starr, recidivo condannato più volte per violenza, non può dire lo stesso. Il suo discorso non ha mancato di indignare diversi internauti forse per il fatto che anche lui è lungi dall’essere irreprensibile…”, “Joey Starr è stato lui stesso condannato per violenza contro donne ptdr che si assomigliano in massa”, ” Eppure è “Joey Starr, che ha picchiato non so quante donne, è passato dallo status di rapper sulfureo/trash a quello di attore boboizzato”, si potrebbe leggere in particolare. Senza offesa per Joey Starr, molte persone non hanno dimenticato il suo “curriculum”.

Leggi anche:

-

PREV In mezzo a rivelazioni intime, Brigitte Lahaie (68 anni) mostra François Bayrou: “Il più…
NEXT Pierre Richard racconta come Johnny Hallyday rubò la sua moto durante un viaggio negli Stati Uniti