Cosa è successo tra la guardia di sicurezza di Cannes e diverse celebrità sul tappeto rosso?

Cosa è successo tra la guardia di sicurezza di Cannes e diverse celebrità sul tappeto rosso?
Cosa è successo tra la guardia di sicurezza di Cannes e diverse celebrità sul tappeto rosso?
-

Di Marie-Laure Makouke

Pubblicato
48 minuti fa

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

VIDEO – A margine del Festival di Cannes appena conclusosi, alcuni intoppi hanno lasciato il segno. Salendo le scale, la situazione si è intensificata tra una guardia di sicurezza e diverse personalità come Kelly Rowland e l’attrice Massiel Taveras.

Alla vigilia della chiusura del 77e edizione del Festival di Cannes, un evento quasi offuscato nelle ultime ore di questo incontro annuale. Infatti, venerdì 24 maggio, poco prima della proiezione del film Il più prezioso dei beni di Michel Hazanavicius, sul tappeto rosso è scoppiato un incidente tra un’attrice e una guardia di sicurezza.

Mentre saliva la scalinata che conduce al Palais des Festivals, l’attrice dominicana Massiel Taveras si è fermata qualche istante per srotolare il lungo strascico del suo abito su cui è raffigurata l’immagine di Gesù Cristo. Obiettivo: permettere ai fotografi e ai videografi presenti di realizzare le migliori riprese di questo omaggio religioso. Il problema è che colei che fu eletta Miss Repubblica Dominicana nel 2007 fu immediatamente interrotta dal personale incaricato di regolare la salita dei gradini. Così, in un video diventato rapidamente virale, l’attrice 39enne tenta più volte di sganciare il suo strascico, nonostante le istruzioni della squadra di sicurezza che le chiede di continuare la sua progressione, circondandola sempre più da vicino. Una situazione che finisce per degenerare pochi minuti dopo, quando l’ex reginetta di bellezza respinge violentemente un agente della sicurezza dopo che quest’ultimo l’ha abbracciata saldamente alla vita per costringerla ad avanzare.

Ancora

Questo incidente sarebbe senza dubbio passato inosservato se lo stesso agente non fosse stato coinvolto in un alterco con la cantante e attrice americana Kelly Rowland, tre giorni prima. Presente a Cannes per assistere alla proiezione del film Marcello Mio di Christophe Honoré, anche l’ex membro delle Destiny’s Child ha avuto un acceso scambio di battute sul tappeto rosso.

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

Si dice che l’alterco sia iniziato dopo che la guardia di sicurezza le ha calpestato il vestito mentre saliva gli ultimi gradini che la separavano dal Palais des Festivals. Dapprima intesa, l’artista 43enne si è poi irrigidita quando l’agente le ha toccato il braccio per incitarla ad accelerare il passo. “Non parlarmi così. Non parlarmi così. Non sei mia madre. Non parlarmi così», avrebbe detto al suo interlocutore, puntando il dito nella sua direzione, racconta la Mail giornaliera .

“C’erano altre donne che non sono state rimproverate”

Due giorni dopo, durante il gala dell’amfAR, il cantante Quando l’amore prende il sopravvento, solitamente di buon carattere, si è detta scioccata dal trattamento ricevuto sul tappeto rosso, ritenendo che probabilmente la causa fosse il razzismo. “Questa donna sa cosa è successo e io so cosa è successo”, ha esordito, visibilmente commossa. E per continuare: “Ho i miei limiti e li rispetto. C’erano altre donne su quel tappeto che non mi somigliavano. Non sono stati rimproverati, spinti o invitati a lasciare il tappeto rosso. Di fronte a queste accuse, l’agente di sicurezza incriminato si è semplicemente difesa spiegando che “stava soltanto facendo il suo lavoro”.

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

-

PREV Le nozze della contessa Leonie e del conte Caspar alla presenza dei sovrani olandesi e della principessa Amalia
NEXT “Non mi alzo, non voglio mangiare, non mi lavo”: Marie-José Perec nervosa, confida la sua depressione