“Vi faccio uno scoop, sono nata da papà e…”, Tiphaine Auzière, la figlia di Brigitte Macron, senza concessioni sul “TPMP”

“Vi faccio uno scoop, sono nata da papà e…”, Tiphaine Auzière, la figlia di Brigitte Macron, senza concessioni sul “TPMP”
“Vi faccio uno scoop, sono nata da papà e…”, Tiphaine Auzière, la figlia di Brigitte Macron, senza concessioni sul “TPMP”
-

Da anni circolano notizie false su Brigitte Macron. Per i teorici della cospirazione, il compagno di Emmanuel Macron era nato Trogneux e in realtà si chiamava Jean-Michel. Voci infondate alle quali la figlia della First Lady ha già reagito in più occasioni.

Tiphaine Auzière, ad esempio, è intervenuta a BFMTV per discutere di questa voce e annunciare che sua madre aveva sporto denuncia in seguito alle numerose voci transfobiche che la tormentavano da diversi mesi. Questo lunedì, 27 maggio 2024, invitato da Cyril Hanouna a parlare del suo libro intitolato “Seduto”pubblicato da Stock, ha sollevato ancora una volta l’argomento.

Tiphaine Auzière fornisce un aggiornamento su sua madre

“Ti darò uno scoop, Cyril, ovvero che, come tutti qui, sono nato da una mamma e un papà”ha inizialmente chiarito prima di proseguire: “E mia mamma è nella foto dietro di te, mio ​​papà purtroppo non c’è più”.

Cosa pensa delle orribili voci che circolano su sua madre Brigitte Macron? Lei “lascialo correre” nello stesso modo “che dicono che siamo governati dai rettili, che la Terra è piatta… per me è lo stesso livello”. Una risposta chiara rivolta ai cospiratori e ai detrattori di sua madre.

Tuttavia, il fatto che circolino notizie così false lo preoccupa soprattutto per la società e per tutte le vittime collaterali. “Ci sono le vittime dirette, qui possiamo pensare a mia madre che riceve questo genere di cose. E ci sono le vittime indirette”disse inizialmente a Cyril Hanouna.

La figlia di Brigitte Macron preoccupata per la “società”

Lo indica infatti la figlia di Brigitte Macron ” molte persone “ vieni qui “vedere il gabinetto in materia di diritto di precedenza dicendo ‘Ho un membro della mia famiglia, isolato perché crede alle fake news’”. “E si è isolato, perché con questa persona non c’è più nessun contatto”aggiunge.

Tiphaine Auzière nonostante tutte le prove che poteva fornire, come il suo stato civile “non cambierebbe nulla”: “Nonostante tutte le prove, continueranno a crederci. E quello che mi arrabbia di più è con chi trasmette questo tipo di false informazioni. Perché colpiscono sia vittime dirette che indirette”.

Per quanto riguarda sua madre, l’avvocato ritiene che sia troppo impegnata con quello che fa “per i bambini malati o la lotta contro l’abbandono scolastico affinché abbiano altro da fare oltre a dedicare il loro tempo a quello”. Ha anche ricordato a Cyril Hanouna che il caso è davanti ai tribunali e che ora ha fiducia nel sistema giudiziario.

-

NEXT Sandrine Kiberlain traumatizzata da un attacco subito a 17 anni