il relatore del Consiglio di Stato vuole mantenere la multa per C8

il relatore del Consiglio di Stato vuole mantenere la multa per C8
il relatore del Consiglio di Stato vuole mantenere la multa per C8
-

AFP

TotalEnergies tiene sotto tensione l’assemblea generale del suo centenario

Il gruppo francese TotalEnergies organizza venerdì la sua assemblea generale annuale sotto la pressione degli attivisti ambientali che manifestano davanti alla sua torre e di altri che hanno tentato di fare irruzione nella sede di uno dei suoi principali azionisti a Parigi dalle 9:00, cinque ore prima dell’orario previsto All’inizio dell’assemblea generale, gli attivisti di Greenpeace hanno esposto un gigantesco striscione con la scritta “Wanted” su un edificio a poche centinaia di metri dalla sede del gruppo, mostrando al direttore generale Patrick Pouyanné che “la società civile sta cercando”. quartiere degli affari dove la quarta major petrolifera del mondo e la più grande compagnia francese per fatturato, che quest’anno compie 100 anni, terrà la sua messa annuale. Sono stati installati dei cancelli davanti all’ingresso. La polizia ha arrestato cinque persone, secondo una fonte della polizia. Ma le tensioni principali si sono verificate in un’altra assemblea generale, a Parigi, quella del gestore patrimoniale francese Amundi, uno dei primi azionisti di TotalEnergies. dove alla fine si sono riunite diverse centinaia di attivisti di Extinction Rebellion, ha osservato l’AFP. Tra i cori, quello di “Amundi complice”. Diverse decine di persone sono entrate con la forza nei locali, prima di andarsene. Ci sono stati danni e agenti di sicurezza feriti, ha detto una fonte della polizia all’AFP. TotalEnergies ha indicato di rispettare “pienamente il diritto di manifestare e la libertà di espressione”, deplorando “qualsiasi forma di violenza, sia verbale, fisica o materiale. I giornalisti dell’AFP presenti a La Défense non hanno notato particolari eccessi. TotalEnergies afferma di aver scelto la sua torre di 48 piani per evitare di “immobilizzare un quartiere di Parigi” – come durante i tumultuosi e smaltati scontri tra manifestanti e polizia un anno dopo , il gruppo resta sotto accusa, con i difensori del clima che lo accusano di peggiorare il riscaldamento globale e di danneggiare la biodiversità e i diritti umani, a causa delle sue attività nel settore del gas e del petrolio.” Denunciamo la strategia di espansione di TotalEnergies, che è ancora orientata allo sviluppo fossili, nonostante un discorso verde”, ha spiegato all’AFP Edina Ifticene, di Greenpeace. Attivisti di diverse organizzazioni, tra cui Extinction Rebellion, chiedono l'”abbandono” dei progetti faro in Uganda/Tanzania, Mozambico e Papua Nuova Guinea e, su raccomandazione della Commissione internazionale Agenzia per l’energia, “la cessazione di tutti gli investimenti in nuovi progetti fossili”. Di fronte al “rischio” di disturbi dell’ordine pubblico, il prefetto della polizia di Parigi ha emesso un’ordinanza che vieta le manifestazioni non dichiarate attorno alla Torre Coupole. All’ordine del giorno, gli azionisti ci saranno ha chiesto di votare sulla strategia climatica di TotalEnergies, e alcuni investitori chiedono anche una transizione energetica più ambiziosa – Pouyanné guarda a New York – L’anno scorso, a TotalEnergies, una risoluzione puramente consultiva degli azionisti attivisti ha raccolto il 30,4% dei voti. Ha chiesto all’azienda di allineare i suoi obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra all’Accordo di Parigi del 2015, per limitare il riscaldamento globale a +1,5°C rispetto al periodo preindustriale (il mondo è già a circa 1,2°C. Questa volta, nessuna consultazione). Si prevede una risoluzione Una coalizione di azionisti che rivendica lo 0,9% del capitale ha chiesto invano, anche in tribunale, una risoluzione non vincolante volta a “porre fine alla combinazione delle funzioni di presidente e direttore generale” occupate da Patrick Pouyanné. , di mantenerlo nell’unico incarico di direttore generale. Una scelta impensabile per il consiglio di amministrazione, legato alla “stabilità strategica” della società che ha realizzato utili per 21,4 miliardi di dollari nel 2023, dopo 20,5 miliardi nel 2022, e si proporrà di farlo. Gli azionisti rinomineranno l’amministratore delegato per un quarto mandato. L’infuocato leader al timone da 10 anni presiederà questa riunione in un contesto di polemiche dopo le sue dichiarazioni su un possibile trasferimento della sede principale del gruppo da Parigi alla Borsa di New York. , scatenando l’ira della classe politica, da Bruno Le Maire a Emmanuel Macron, prima di discutere giovedì su Le Figaro di un “errore di traduzione”, assicurando che non si trattava di una quotazione principale a Wall Street. Pouyanné sottolinea il fatto che gli americani acquistano più azioni degli europei, vincolati dalle regole degli investimenti sostenibili. Il CEO ribadisce che TotalEnergies è “il gruppo petrolifero più coinvolto nella transizione energetica”. Un terzo dei suoi investimenti sono destinati alle energie a basse emissioni di carbonio. Ma a settembre il think tank Carbon Tracker stimava che “solo” la compagnia petrolifera italiana Eni avesse obiettivi di riduzione delle emissioni “potenzialmente” allineati con l’accordo di Parigi. TotalEnergies è arrivata seconda davanti a Repsol e BP, molto davanti alla saudita Aramco o all’americana ExxonMobil.tll-ys-nal-fs/ngu/ico/de

-

PREV Caroline Receveur ha raggiunto il “dopo-cancro”: questa fase dolorosa che non aveva previsto
NEXT “Mi sono sentita umiliata”: Roschdy Zem licenziata a causa di un’attrice che non voleva “condividere il poster con un arabo” (VIDEO)