Apnea, legato in una sacca zavorrata: Pierre Niney torna in una delle sequenze più difficili da girare ne Il Conte di Montecristo

-

Mercoledì 22 maggio è stato proiettato fuori concorso a Cannes, fuori concorso, l’adattamento del celebre romanzo di Alexandre Dumas, Il conte di Montecristo. Nel ruolo principale, Pierre Niney, che ha seguito una formazione specifica per interpretare Edmond Dantès. Racconta le riprese di una delle sequenze più difficili.

Pierre Niney è un attore camaleontico. E ha interpretato il ruolo di Edmond Dantès, l’eroe de Il conte di Montecristo, in un film che uscirà il mese prossimo e che è stato presentato mercoledì 22 maggio a Cannes, fuori concorso. Il lavoro è stato accolto molto bene dal pubblico e la performance dell’attore principale, senza dubbio, non è stata vana.

Sequenza claustrofobica

Va detto che per questo film Pierre Niney non ha fatto le cose a metà, dato che ha preso lezioni di scherma, lezioni di equitazione e lezioni di apnea per interpretare il ruolo principale. In C à vous, questo giovedì 23 maggio, è tornato ad allenarsi insieme a Stéphane Mifsud, campione di apnea, che lo ha preparato, in particolare, per una delle sequenze più angoscianti del film.

“Quella era una delle sfide del film: dovevo avere abbastanza apnea per poter combattere, mentre scendendo a 15 metri di profondità mi allenavo con il campione del mondo di apnea”.

Dietro le quinte delle riprese de “Il Conte di Montecristo” con @pierreniney In #CàVous pic.twitter.com/zJCHe6YNq2

— C a te (@cavousf5) https://twitter.com/cavousf5/status/1793713466525487364?ref_src=twsrc%5Etfw

“Mi è piaciuto molto, mi sono allenato con il campione del mondo di apnea, che è francese, e che sta a Marsiglia, non lontano da qui. Lo saluto, ha fatto 11 minuti e 35 secondi, mi sembra, di anno statico, è è stato affascinante allenarsi con lui”, confida Pierre Niney, citato da Télé Loisirs.

La scena in questione è quella in cui il personaggio fugge, venendo gettato legato in un sacco zavorrato a 15 metri di profondità. Per maggiore realismo, Pierre Niney ha effettivamente interpretato la sequenza. “Volevamo realizzare una sequenza davvero coinvolgente e claustrofobica. Dovevamo essere in grado di mantenere l’apnea per un tempo sufficientemente lungo perché l’idea era di fare una sequenza con questa borsa”. L’attore quindi ha dovuto allenarsi perché per la scena il suo personaggio faticava. “Lottando sappiamo che consumiamo molto ossigeno interpretando il panico, si mescola un po’ con il vero panico anche perché era comunque una scommessa ardita”, ha dettagliato sul set di Elisabeth Lemoine.

-

PREV A New York: Guida in stato di ebbrezza, Justin Timberlake finisce davanti al giudice
NEXT Serena e Venus Williams fanno una rara apparizione insieme alla madre e alla sorellastra alla settimana della moda di Milano