“Parla di pecorina”: Polska attacca Marion Maréchal in TPMP, “non sei legittimata”

“Parla di pecorina”: Polska attacca Marion Maréchal in TPMP, “non sei legittimata”
“Parla di pecorina”: Polska attacca Marion Maréchal in TPMP, “non sei legittimata”
-

Marion Maréchal è tornata sul set di TPMP, questo mercoledì 22 maggio 2024, e Cyril Hanouna l’ha interrogata nuovamente sulla possibilità di vedere Aya Nakamura rappresentare la Francia durante la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici. “Aya Nakamura alle Olimpiadi ancora no?” chiese Baba.

Non ancora. E ancora non le drag queen, ancora non Jul… Non so, ad un certo punto, l’obiettivo delle Olimpiadi, mi sembra, sarà quello di renderle una vetrina della Francia (… ) È un momento di unità, quindi avremmo potuto scegliere profili consensuali : scienziati, ingegneri, medici, artigiani pluripremiati… Perché essere controversi? Perché dividersi? (…) Aya Nakamura, non è tanto una questione di gusti, è una questione che ad un certo punto diventerà una vetrina della Francia, quindi per me, devi scegliere qualcuno che rappresenti la lingua di Molière e non qualcuno che sia allo stesso tempo in una forma di volgarità e che non abbia un francese particolarmente raffinato”, cominciò il politico.

>> “Un inno alla pecorina“: Aya Nakamura alla cerimonia delle Olimpiadi di Parigi 2024? Gérard Larcher si scatena Telematina

Non sei legittimo

I commenti della nipote di Marine Le Pen ovviamente non sono piaciuti alla Polska, che non ha esitato ad attaccarla. “Dici che Aya Nakamura non rappresenta la Francia, ma quando guardiamo i sondaggi, neanche voi rappresentate molti francesi. Questi sono i tuoi gusti personali, quindi penso che tu non sia legittimo nel dire che non rappresenta la Francia. Non ti rappresenta, ma rappresenta molti francesi, quindi Penso che sia solo odio in realtà“, ha reagito colui che già recentemente aveva ritagliato in diretta un politico.

Non è una questione personale contro Aya Nakamura, quello che ti sto dicendo. Quando sei alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici, rappresenti la Francia e sei una vetrina per la Francia. Dovresti raggiungere un consenso con i francesi. Tutti dovrebbero potersi riunire. E ritengo che oggi, questa cantante, attraverso la volgarità dei suoi testi, diciamolo, L’ultima volta ti ho scioccato dicendo che nei suoi messaggi parlava di pecorinama è pur sempre la realtà, attraverso il suo francese che non è per niente corretto“, rispose Marion Maréchal.

>> “Alla pecorina, non sa cosa sia“: Rachida Dati prende in giro Gérard Larcher dopo i suoi attacchi ad Aya Nakamura

Ha un viaggio che, per me, non è un viaggio in vetrina

Abbiamo ancora una delle lingue più belle del mondo, Vorrei che fosse valorizzato. Anche lei ha un background che, per me, non è da vetrina. Inizia facendosi conoscere con una canzone in cui racconta una storia d’amore con un trafficante di droga. Quando oggi vediamo che abbiamo agenti carcerari che vengono uccisi dai trafficanti di droga, Non sono sicuro che promuovere la difesa della droga sia una buona cosa“, ha proseguito, prima di concludere: “Quando sappiamo che è stata condannata per violenza domestica, mi scusi, ma se fosse stato un uomo, tutti sarebbero stati indignati dal fatto che un uomo condannato per violenza domestica potesse rappresentare la Francia“.

-

PREV Principe George: Kate e William hanno scelto il nome del figlio in modo davvero sorprendente
NEXT una falsa pubblicità annuncia la morte di François de Brigode (video)