Gérard Depardieu torna al cinema? Il suo agente lo smentisce formalmente 24 ore dopo il controverso annuncio

Gérard Depardieu torna al cinema? Il suo agente lo smentisce formalmente 24 ore dopo il controverso annuncio
Gérard Depardieu torna al cinema? Il suo agente lo smentisce formalmente 24 ore dopo il controverso annuncio
-

Questo martedì 21 maggio 2024, l’agente di Gérard Depardieu ha smentito il ritorno dell’attore al cinema. Lo ha annunciato lunedì un’agenzia di stampa dopo la pubblicazione della locandina di un film austriaco in cui veniva presentato come attore principale.

L’account Instagram è stato però lieto di annunciare il clamoroso ritorno del mostro del cinema francese in una pellicola austriaca. Il giorno dopo l’annuncio, il suo agente ha smentito. Vicino BFMTVassicura che Gérard Depardieu non tornerà sui set.

Leggi anche:
Gérard Depardieu: “Lo abbiamo incoraggiato a comportarsi come un maiale”, il compagno dell’attrice Anouck Grinberg sostiene #MeToo

“Agenti di viaggio”

Se un produttore austriaco ha annunciato il ritorno di Gérard Depardieu, accusato di stupro da diverse donne e incriminato, il suo agente lo smentisce.

Jürgen Pichler, dietro il film in questione, “Agenti di viaggio”, lui stesso ha trasmesso il post sul suo account Instagram. Dopo Il Sole ha condiviso la notizia, l’agenzia di stampa PR Newswire aveva confermato l’informazione.

Lanciato nella macchina mediatica, l’opera ha fatto il giro del mondo in 24 ore. Ma il post all’origine della notizia trasmette informazioni formalmente smentito dall’agente del mandante interessato. I nostri colleghi segnalano anche che le citazioni di Gérard Depardieu gli sono state consegnate “attribuito”.

Sentenza nell’ottobre 2024

L’attore è stato convocato in una stazione di polizia parigina lunedì 29 aprile e poi posto in custodia di polizia prima di essere rilasciato.

È stato ascoltato nel contesto di due indagini su violenza sessuale. “Al termine del suo fermo di polizia presso il 3° distretto di polizia giudiziaria, Gérard Depardieu è stato convocato dinanzi al tribunale penale per aggressioni sessuali presumibilmente commesse nel settembre 2021 a danno di due vittime, durante le riprese del film film ‘Le persiane verdi'”aveva precisato l’accusa.

-

PREV Un altro comico lascia France Inter in sostegno di Guillaume Meurice dopo 16 anni in onda
NEXT Il gruppo Nice-Matin acquista Bestimage, l’agenzia di paparazzi di “Mimi” Marchand