Lino fa risaltare il suo pavimento

-
>>

Lino Undercover, Tarkett x Studio Rens. TARKETT

A lungo criticati per la loro mancanza di fascino e per la loro composizione basata su materiali a base di petrolio, i pavimenti (in vinile, PVC o gomma) stanno tornando alla ribalta. Una mania recente che si spiega in gran parte con il suo metodo di produzione più virtuoso, che sfrutta il riciclo e il ridotto consumo di acqua. E sempre più interior designer lo utilizzano, attratti dalla sua estetica industriale e dalla sua durabilità.

Così, il duo Necchi Architecture, che ama abbinare materiali nobili e modesti, utilizza regolarmente, nelle ristrutturazioni interne, rivestimenti in pellet di gomma, come il modello Norament 926, di Nora Systems, disponibile in una ventina di tonalità. Ben scelti, questi pavimenti molto resistenti – spesso utilizzati negli ospedali e nelle palestre – beneficiano di una longevità eccezionale.

Specialista della pavimentazione, l’azienda Tarkett, molto attenta all’ambiente, due anni fa ha rilanciato la produzione di linoleum nel suo stabilimento italiano di Narni. Dopo aver firmato con Rens, nel 2023, una collezione basata su quadrotte tessili riutilizzate, Tarkett ha nuovamente unito le forze con lo studio di design olandese per mostrare altri aspetti del linoleum durante la mostra “Lino Undercover” », presso Atelier Tarkett, rue de Saintonge, Paris 3rd, che si è svolto fino all’aprile 2024.

>LinoWall Olive 155 linoleum da parete e linoleum da pavimento Veneto Khaki 757, Tarkett.>

LinoWall Olive 155 linoleum da parete e linoleum da pavimento Veneto Khaki 757, Tarkett.

LinoWall Olive 155 linoleum da parete e linoleum da pavimento Veneto Khaki 757, Tarkett. TARKETT

Il famoso “lino”, antenato dei pavimenti duri, interamente realizzato con materie prime naturali (olio di lino, resina di pino, farina di legno, farina di sughero e iuta), non è mai stato così desiderabile. Quanto basta per far rivivere l’eredità degli architetti Gerrit Rietveld, Arne Jacobsen e Le Corbusier, grandi estimatori di questo materiale con le sue qualità estetiche, acustiche e ambientali. Testimoni, questi modelli dell’inizio del XX secoloe secolo ancora in perfette condizioni, come il linoleum nella stanza degli ospiti della Sonneveld House, a Rotterdam (Paesi Bassi), costruita all’inizio degli anni ’30 e ora aperta ai visitatori.

Lino Tarkett, tra 34,80 € e 46,80 € al metro quadrato (in rotolo da 2 metri di larghezza). tarkett.fr

Norament 926, Nora di Interface, € 153 per striscia 130×50 cm. nora.com

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri abbonati La rinascita del linoleum

Aggiungi alle tue selezioni

Marie Godfrain

Riutilizza questo contenuto

-

PREV Un anno dopo la sua incriminazione, Thierry Casasnovas non ha perso nulla della sua influenza
NEXT Balthazar si gode un momento speciale, una stella americana del gioco