Jean (Koh-Lanta) scioccato dal tradimento di Meïssa, si chiarisce dopo il suo abbandono

Jean (Koh-Lanta) scioccato dal tradimento di Meïssa, si chiarisce dopo il suo abbandono
Jean (Koh-Lanta) scioccato dal tradimento di Meïssa, si chiarisce dopo il suo abbandono
-

Jean è dovuto andare via Ko Lanta per decisione medica dopo un infortunio alla caviglia. Momento complicato per il falegname, infortunato anche dal doppio gioco di Meïssa, suo alleato fin dai primi giorni.

Il resto sotto questo annuncio

Dalla riunificazione di due squadre in Ko Lanta, John ha sovraperformato. Durante i destini intrecciati, è stato accoppiato con Mégane, con la quale ha vinto tutto! Ma l’avventura di Jean si interrompe bruscamente dopo un infortunio alla caviglia. Ha quindi dovuto lasciare il gioco per decisione medica. Un duro colpo per Jean, che si è confidato Tele-tempo liberoal quale ha dichiarato: “È stata una doccia fredda, mi dicevo che non era possibile. Pensavo di poter andare oltre il dolore. Ma, per il mio bene, il medico e la produzione mi hanno detto che avevo bisogno di riposare.”

Jeans (Koh Lanta) : “Meïssa mi ha davvero colpito con le sue parole”

Durante questa intervista, Jean è stato interrogato sul doppio gioco di Meïssa e, guarda caso, non se lo aspettava! “Non ho visto proprio niente (sorride)! Sentiamo che la lucidità non c’è più nell’analisi dei comportamenti. Ero completamente fuori strada. Meïssa mi ha davvero fatto capire le sue parole. Avevamo creato un legame, con lui andavo molto d’accordo, pensavo che con lui avrei potuto andare avanti. Infine, come tutti gli altri, Ho visto gli episodi e mi ha fatto male vedere cosa sarebbe potuto succedere. Ma non lo biasimo neanche perché è il gioco.” confidò il falegname.

Il resto sotto questo annuncio

Jeans (Koh Lanta) elenco dei più grandi strateghi dell’avventura

Per Jean, Meïssa è senza dubbio uno dei più grandi strateghi di questa avventura. Ha anche fatto una classificazione citando: “In ordine, Amri, Meïssa e David non era cattivo, ma molto meno crudele.” D’altro canto non si considera un grande stratega… Non è proprio questo l’aspetto che gli è piaciuto di più di quest’avventura. “Questa era una delle cose su cui dovevo lavorare nel gioco: identificare le persone, raggiungerle, sviluppare strategie… Ci ho provato, ma non è il mio punto forte. Ho creato molto rapidamente una bolla per me stesso, perché non mi sentivo a mio agio a parlare con le persone. Avevo paura che mi cadesse addosso o che venisse usato contro di me. Quindi sono diventato molto più solo dopo il ricongiungimento. Era molto difficile”ha dichiarato.

Articolo scritto con la collaborazione di 6médias.

Unisciti a noi su Google News!

Abbonati a TV 2 settimane su Google News per non perdere nessuna novità!

-

PREV Jeane Manson vittima di arresto cardiaco in tribunale: è ricoverata in condizioni critiche
NEXT le accuse contro Shakira verranno archiviate