INCHIESTA RTL – #MeToo: Yohan Manca, ex di Judith Chemla, rinuncia al suo “diritto di replica”

INCHIESTA RTL – #MeToo: Yohan Manca, ex di Judith Chemla, rinuncia al suo “diritto di replica”
INCHIESTA RTL – #MeToo: Yohan Manca, ex di Judith Chemla, rinuncia al suo “diritto di replica”
-

“So che è molto pericoloso parlare in un contesto in cui, quando cerchiamo di ristabilire la nostra verità o di difendere i nostri diritti fondamentali, ci vediamo subito accusate di negare le parole di tutte le donne, di autocommiserarci e di essere il nemico della necessaria lotta contro la violenza contro le donne.” Ecco come inizia Il post su Instagram di Yohan Mancaun giovane regista di 34 anni, ha pubblicato questo fine settimana in reazione a un articolo pubblicato su Domenica alla Tribuna.

Questa è la prima volta che parla in pubblico l’ex compagno di Judith Chemla, dalla sua condanna il 12 maggio 2022 a 8 mesi di reclusione sospesa, accompagnati da due anni di libertà vigilata. Una sanzione per aver lanciato il suo telefono, appesantito dalla batteria incorporata, in faccia all’ex compagna incinta. Judith Chemla ha poi trascorso tre giorni di ITT. Era il 3 luglio 2021.

“In quel momento”, racconta Yohan Manca a RTL, “vedo i messaggi che scambia con un altro uomo. Sto impazzendo, mi dico che il bambino che aspetta non è mio. Corro sugli Champs-Élysées, leggo tutti i testi. Sto urlando nel bar del teatro Rond-Point. Dico a Judith che mi fa schifo, le lancio il telefono in faccia. Rimpiangerò questo gesto per tutta la vita.”

Un tentativo di riconquista sembrava una molestia

Il giorno successivo, la coppia si separa e tutto si riunisce. Yohan Manca viene arrestato a casa sua da cinque agenti di polizia, in presenza della figlia della coppia, di 4 anni e mezzo.. “Mi sentivo un terrorista”, esagera. Cinquantasei ore di fermo di polizia hanno portato al suo rilascio, sotto controllo giudiziario, con il divieto di contatto con Judith Chemla.

Per quattro mesi Yohan Manca cercò di riconquistarla, Judith Chemla lo sentì come una molestia. In breve, violò il suo controllo giudiziario e fu incarcerato per quindici giorni nel carcere La Santé, a Parigi.
Il 4 luglio 2022, Judith Chemla pubblica una foto del suo viso gonfio, risalente a un anno fa, sul suo account Instagram. Yohan Manca la vede come “una reazione a [leur] disaccordo sulle vacanze estive e sulla custodia [leur] ragazza”.

Judith Chemla viene intervistata su France Inter, pubblica Il nostro silenzio ci ha lasciato soli. Al microfono RTL di Nathalie Renoux, l’attrice spiega di aver voluto raccontare il suo graduale “risveglio”, il progredire insidioso della violenza, non fisica, nella sua vita quotidiana.

“Mi è capitato nella mia vita di non saper amare, di comportarmi come un grande idiota, un povero macho di merda”, ammette da parte sua Yohan Manca. Ma lui insiste: dopo aver “preso coscienza” di ciò che aveva fatto, e aver “scontato la sua pena”, Yohan Manca rifiuta di pagare per tutta la vita.

I reclami sono stati respinti

Dal 12 maggio 2022 Judith Chemla ha presentato istanza contro di lui sei denunce e una denuncia, tutte respinte. La maggior parte erano per “molestie”, ma uno di loro, l’ultimo, lo ha accusato di violenza sessuale sulla figlia di 6 anni e mezzo. Diciassette mesi di indagini durante i quali la brigata minorile ha tentato di provare la denuncia di Judith Chemla, secondo la quale Yohan Manca e suo suocero, nonno della figlia, baciarono quest’ultima “sulla bocca, con la lingua”. Il reclamo è stato chiuso senza ulteriori azioni il 9 febbraio 2024.

Da allora, Yohan Manca ha lottato per mantenere i legami con sua figlia. “Oggi la vedo per due ore al mese, in uno spazio di incontro. Sono stato ripulito da tutto e mi ritrovo in questa situazione“, si rammarica fortemente a RTL, assicurando di ricevere “molte testimonianze di papà a cui sono stati tolti i figli”. “Infine, non diventerò la figura di papà senza figli”, si corregge. L’obiettivo è “che le persone si pongono la domanda: questo ragazzo ha il diritto di dare la sua versione dei fatti? Questo ragazzo ha il diritto di essere papà oggi?

La redazione consiglia

Novità dalla redazione RTL nella tua casella di posta.

Utilizzando il tuo account RTL, iscriviti alla newsletter informativa di RTL per seguire quotidianamente tutte le ultime novità

Per saperne di più

-

PREV Festival di Cannes 2024: Nabilla appare trasformata sulla Croisette
NEXT Demi Moore, madrina e bellissima fata della serata Chopard di Cannes