Harry Potter il senza cuore | Il giornale del Quebec

-

A 34 anni, Daniel Radcliffe gode di una fortuna di almeno 110 milioni di dollari (150 milioni di dollari canadesi). Per quello? Perché personificava Harry Potter. Dice che ne dona molto in beneficenza e questo è un bene, ma continua a guadagnare soldi. Nel 2023, ha venduto il suo appartamento a New York per 5 milioni di dollari per comprarne uno più bello per 6,5 milioni di dollari.

L’attore-mago adolescente ha ricevuto 1 milione di dollari per il primo film di Harry Potter, 3 milioni di dollari per il secondo, 6 milioni di dollari, 11 milioni di dollari, 14 milioni di dollari e 24 milioni di dollari per i successivi quattro. E per il capitolo finale di due lungometraggi, ha ricevuto una bella somma di 50 milioni di dollari.

Successivamente recitò in altri film, dimostrando di essere un bravo attore, ma niente di più. L’alto compenso che riceve ogni volta è più legato al suo nome e al suo ruolo leggendario che al suo talento.

Foto di cortesia

Grazie a chi?

In sintesi, Daniel Radcliffe è molto ricco perché una madre single disoccupata, vittima di violenza domestica, ha coraggiosamente messo su carta una bellissima storia disegnata interamente dalla sua immaginazione. Poi ha preso il suo bastone da pellegrina per andare e sentirsi dire no dagli editori uno dopo l’altro (l’errore!).

La sua determinazione gli permise di convincerne uno a pubblicare il primo volume delle storie di Harry Potter. Il resto lo sapete: libri venduti a milioni in tutte le lingue, film, articoli promozionali, un successo enorme.

  • Ascolta l’incontro Dutrizac – Dumont attraverso QUB :

Senza JK Rowling e senza Harry Potter, Daniel Radcliffe sarebbe nella migliore delle ipotesi un attore normale che si guadagna da vivere e forse un insegnante di recitazione al liceo. In entrambi i casi, non si troverebbe con un tesoro di 110 milioni di dollari che cresce ogni giorno.

In un’intervista alla rivista L’Atlantico, Daniel Radcliffe prende le distanze dall’autrice JK Rowling. Dice di essere deluso dalla sua mancanza di empatia. Per quello? Perché la Rowling non ha abbracciato l’intera ideologia di genere. I media britannici l’hanno etichettata come una persona anti-trans.


Rowling

Foto d’archivio, AFP

L’accusa che uccide

Non troverai una citazione di JK Rowling che rifiuti il ​​diritto delle persone trans a vivere in pace e sicurezza. Il suo punto si riduce a due cose. Scomparire la nozione di donna rappresenta un passo indietro rispetto a decenni di lotte per la promozione della donna. Rifiuta quindi denominazioni come “persona con un utero” piuttosto che “donna”.

Ha anche messo in dubbio l’età in cui è ragionevole che un adolescente intraprenda azioni irreversibili riguardo al cambiamento di sesso. Da questo punto di vista, gli ultimi sviluppi della scienza tendono a dargli ragione.


Getty Images tramite AFP

Daniel Radcliffe non deve essere d’accordo con lei. Non più delle sue opinioni politiche, è personale. Deve solo far valere il diritto di ognuno alla propria opinione e al proprio rispetto.

Preferiva mordere la mano che lo nutriva per rifugiarsi nella comoda cappella sveglia.

-

PREV FOTO Stromae incrociato in mezzo alla strada e irriconoscibile: sorprendente somiglianza con un attore francese, eroe di un film cult
NEXT Carlo III: il re pronto a parlare con Harry, questa terza persona che potrebbe essere presente