Questo l’SMS inviato a Carla Bruni al centro dei sospetti degli inquirenti

Questo l’SMS inviato a Carla Bruni al centro dei sospetti degli inquirenti
Descriptive text here
-

Un messaggio inviato a Carla Bruni potrebbe essere all’origine dei sospetti degli investigatori su un possibile coinvolgimento del cantante nell’inchiesta “Salvate Sarko” sulle condizioni della ritrattazione di Ziad Takieddine.

Carla Bruni verrà ascoltata questo giovedì 2 maggio 2024 dagli agenti di polizia incaricati di indagare sulle condizioni della ritrattazione di Ziad Takieddine, che aveva prima accusato Nicolas Sarkozy di aver ricevuto illegalmente denaro dalla Libia, prima di tornare sulle sue accuse. La polizia sospetta Ziad Takieddine di essere stato pagato per parlare pubblicamente dichiarando di aver mentito, per scagionare Nicolas Sarkozy. L’ex first lady deve fornire le informazioni che conosce su questa vicenda.

Messaggi con “Mimi Marchand” eliminati

La cantante Carla Bruni viene ascoltata più precisamente nella sezione “Salvate Sarko”, un fascicolo a parte, in cui il suo nome compare numerose volte. Nel 2023 ha negato qualsiasi coinvolgimento in questa vicenda: “Non ho la minima curiosità per le vicende di mio marito” ha dichiarato. Tuttavia, come rivela Mediapart, gli investigatori hanno scoperto che lei aveva cancellato tutti i messaggi scambiati sull’applicazione Segnale con Mimi Marchand, amica e “regina” della stampa celebrità, prima della sua incriminazione nel 2021. Carla Bruni avrebbe anche permesso a “Mimi” di ottenere un test PCR più rapidamente – nel 2020, durante l’epidemia di Covid – 19 – per andare a Beirut, nell’ambito dell’operazione “Save Sarko” con Ziad Takieddine.

“Signora, l’affare è fatto per martedì mattina.”

Ma è stato un altro sms ben preciso a dare l’allarme agli inquirenti. Questo è un sms dell’addetto alla sicurezza inviato a Carla Bruni. Secondo Mediapart, ciò dimostrerebbe che tutti conoscevano la destinazione del viaggio di Mimi Marchand: “Signora, questa è una questione da sistemare martedì mattina, 48 ore prima della partenza per il Libano” avrebbe inviato. Prima di fare un discorso completamente diverso agli inquirenti: “Sono sorpreso di aver scritto commenti del genere In ogni caso non so affatto a cosa corrisponda, sono addirittura sorpreso dal testo”.

Informazioni che hanno portato gli inquirenti a interrogarsi sulle reali implicazioni di Carla Bruni nella vicenda, e sulle informazioni di cui ella trae beneficio. L’ex presidente della Repubblica Nicolas Sarkozy ha parlato ai giudici nel 2023 del comportamento di sua moglie: “Mia moglie aiuta la signora Marchand così come fa un favore alla sua amica affinché possa partire per un viaggio (… ) era a conoscenza che il signor Takieddine è stato condannato al carcere? No. Sapeva che era fuggito o che era a Beirut? ha assicurato.

-

PREV Omar Sy racconta i tentativi di seduzione a cui è soggetto
NEXT Émilien (Les 12 coups de midi) ha fatto a sua madre un bellissimo regalo grazie alle Stelle Misteriose