“La Gioconda” può sorridere serena, resterà al Louvre, ha deciso il Consiglio di Stato

“La Gioconda” può sorridere serena, resterà al Louvre, ha deciso il Consiglio di Stato
“La Gioconda” può sorridere serena, resterà al Louvre, ha deciso il Consiglio di Stato
-

La suspense non era molto densa. Il Consiglio di Stato, non a caso, ha respinto martedì un’associazione che riteneva illecita la decisione del re Francesco I di “appropriarsi”. La Monnalisa, il capolavoro di Leonardo da Vinci, nel 1519. La proposta delle Restituzioni Internazionali, una misteriosa associazione di cui non si conosce l’ubicazione e chi sono i suoi vertici, è “manifestamente inammissibile”, ha stabilito la massima corte delle autorità amministrative francesi, che l’hanno conseguentemente condannata ad una multa di 3.000 euro per procedura “abusiva”.

La Gioconda è al Louvre dal 1797

L’associazione afferma di agire per ottenere la restituzione dei beni facenti parte del demanio pubblico ai loro “legittimi proprietari”. Ma per il Consiglio di Stato solo quest’ultimo sarebbe giustificato, “se del caso”, ad agire in giudizio. Richieste simili da parte dell’associazione, per opere meno emblematiche di La Monnalisa, non è mai stato realizzato. Alla fine del 2022, ha chiesto di cancellare “l’inclusione nell’inventario del museo cinese del castello di Fontainebleau di tutti gli oggetti risultanti dal saccheggio del Palazzo d’Estate a Pechino” da parte delle truppe francesi nel 1860. Ma il Consiglio di Lo Stato lo aveva respinto, ritenendo già di non avere “la legittimazione ad agire”.

La Monnalisa è in Francia dal 1516, anno in cui Leonardo da Vinci, caduto in disgrazia presso i Medici, venne a mettersi sotto la protezione di Francesco I. Nel suo bagaglio aveva portato alcuni dei suoi dipinti tra cui il ritratto della Gioconda (dipinto tra il 1503 e il 1506). Queste opere, entrate nelle collezioni reali, non lasciarono mai più la Francia. La Monnalisa è al Louvre dal 1797 e non ha intenzione di andarsene.

-

PREV Partendo dal nulla, costruì per 34 anni il proprio castello nel suo giardino
NEXT A Maiorca, una villa triangolare di 430 m2 e la sua piscina da sogno