Cannabis legale. La Promamec di Abdelillah Lahlou acquisisce due aziende tedesche

Cannabis legale. La Promamec di Abdelillah Lahlou acquisisce due aziende tedesche
Cannabis legale. La Promamec di Abdelillah Lahlou acquisisce due aziende tedesche
-

Promamec, che nel luglio 2023 ha accolto nel suo round di finanziamento Vantage Capital, uno dei maggiori gestori di fondi di debito mezzanino in Africa, cedendogli il 49% della società per 30 milioni di euro, ha appena acquisito due società tedesche attive nel campo dei prodotti farmaceutici estratti dalla cannabis. Attraverso questa acquisizione, lo specialista marocchino nella produzione e commercializzazione di dispositivi medici e paramedici cerca di estendere la propria attività alla produzione e commercializzazione di prodotti a base di cannabidiolo (CBD), un componente della cannabis.

Aprendo il proprio capitale, appena un anno fa, al capitale investitore panafricano Vantage Capital, Promamec ha voluto finanziare, attraverso i 30 milioni di euro raccolti con questa operazione, il proprio piano di sviluppo che consiste nella costruzione di un nuovo stabilimento produttivo, l’espansione del proprio portafoglio attraverso il lancio di nuove categorie di prodotti e il rafforzamento della propria posizione nell’Africa sub-sahariana. Oggi lo specialista marocchino nella produzione e commercializzazione di dispositivi medici e paramedici si attiva estendendo la sua attività al mercato tedesco per la vendita di prodotti a base di cannabidiolo (CBD), un componente della cannabis.

Leggi anche | Un marocchino alla guida di Free in Senegal, il secondo operatore di telecomunicazioni del Paese

La sua controllata LasoBio SA, specializzata nella produzione di integratori alimentari e prodotti cosmetici, ha appena acquisito il 51% del capitale di NGPH e il 51% delle azioni di myHerbliz. Si tratta di due società tedesche specializzate nel settore della vendita/distribuzione di prodotti a base di CBD (oli, cosmetici, vaporizzatori e integratori alimentari) precedentemente di proprietà della società macedone New Garden Pharma Limited, attiva nel settore dei prodotti farmaceutici estratti dalla cannabis .

Se non filtra nulla sull’importo di questa transazione, queste due aziende tedesche vendono all’estero attraverso il marchio Herbliz. Ma Promamec dovrà anche affrontare una sfida: rilanciare NGPH che ha subito una perdita di 2 milioni di euro.

Questa doppia acquisizione in un contesto dove il Regno dava il 1È Lo scorso giugno è stata avviata ufficialmente la commercializzazione nelle farmacie marocchine di prodotti a base di cannabis, nello specifico integratori alimentari e prodotti cosmetici. Si noti che l’Agenzia nazionale per la regolamentazione delle attività legate alla cannabis (ANRAC) prevede un flusso di entrate annuo compreso tra 4,2 e 6,3 miliardi di DH entro il 2028 dai ricavi della cannabis legale.

Leggi anche | Ahmed Sekkat lancia la “più grande piattaforma di servizi post-vendita multimarca per camion in Africa” nella zona franca atlantica di Kenitra

Sempre a livello internazionale, LasoBio SA, controllata di Promamec, ha stretto, lo scorso febbraio, una partnership strategica e un accordo di licenza con Herbolea Biotech (“Herbolea”), azienda biotecnologica italiana, leader nello sviluppo di tecnologie di estrazione senza solventi. Attraverso questo accordo, LasoBio SA ha ottenuto i diritti per utilizzare le tecnologie all’avanguardia di estrazione e purificazione di Herbolea in Marocco, consentendole di aprire la strada all’estrazione sostenibile della cannabis.

Fondata all’inizio degli anni ’80 da Abdelillah Lahlou, Promamec, guidata da Naoufal Lahlou, è di proprietà della famiglia Lahlou (51%) e di Vantage Capital (49%) che ha rilevato la partecipazione di AfricInvest nel luglio 2023.

-

PREV Vivatech, uno spettacolo che si distingue dalla massa
NEXT Petrolio africano: annunciato in questo Paese un investimento di oltre 180 miliardi