Iren, il nuovo piano al 2030 prevede un utile di 400 milioni di euro

Iren, il nuovo piano al 2030 prevede un utile di 400 milioni di euro
Iren, il nuovo piano al 2030 prevede un utile di 400 milioni di euro
-

(Alliance News) – Il Consiglio di Amministrazione di Iren Spa ha approvato martedì l’aggiornamento del piano industriale al 2030. Tra gli indicatori, la società prevede di raggiungere nel 2030 un Ebitda di circa 1,8 miliardi di euro, in crescita di 600 milioni di euro rispetto al 2023, con un CAGR del 6% grazie alla crescita organica, all’ampliamento del perimetro di consolidamento e alle sinergie.

Gli investimenti lordi pre-finanziati ammontano a 8,2 miliardi di euro, destinati principalmente ai settori di rete regolamentati – energia elettrica, gas e ciclo idrico integrato –” nonché allo sviluppo di nuove capacità di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, al settore ambientale e al la crescita della base clienti”, si legge nella nota.

Il rapporto posizione finanziaria netta/Ebitda è previsto in miglioramento fino a 2,7 volte nel 2030.

La società prevede che l’utile netto del gruppo superi i 400 milioni di euro entro il 2030, con un tasso di crescita medio annuo del 7%.

Il dividendo atteso è, fino al 2027, pari al valore massimo tra un incremento annuo dell’8% e una distribuzione pari al 60% dell’utile netto ordinario del gruppo. Per gli anni successivi sarà pari al 60%.

Martedì il titolo Iren è stato scambiato in rosso dello 0,2% a 1,97 euro per azione.

Di Maurizio Carta, giornalista di Alliance News

Commenti e domande a [email protected]

Copyright 2024 Alliance News IS Italian Service Ltd. Tutti i diritti riservati.

-

NEXT quando le aziende cercano di limitare i risarcimenti per i viaggiatori