RUPPIA INDIANA – La rupia probabilmente soffrirà dopo che i dati positivi dagli Stati Uniti hanno sostenuto il dollaro

RUPPIA INDIANA – La rupia probabilmente soffrirà dopo che i dati positivi dagli Stati Uniti hanno sostenuto il dollaro
RUPPIA INDIANA – La rupia probabilmente soffrirà dopo che i dati positivi dagli Stati Uniti hanno sostenuto il dollaro
-

Si prevede che la rupia indiana entrerà sotto pressione lunedì dopo che l’attività economica statunitense ha raggiunto il livello più alto in più di due anni, aumentando la domanda del dollaro.

I futures non consegnabili indicano che la rupia aprirà leggermente in ribasso contro il dollaro USA rispetto a 83,5325 della sessione precedente.

Giovedì scorso la valuta è scesa al minimo storico di 83,6650, in gran parte a causa dei deflussi legati alla vendita da parte del Gruppo Vodafone della sua partecipazione nella società indiana Indus Towers.

“Possiamo pensare che un nuovo picco (per il dollaro) non sarà raggiunto, almeno questa settimana”, ha detto un commerciante di valuta estera della banca.

L’aspettativa di un aumento dei flussi legata all’inclusione dei bond indiani nell’indice JP Morgan, nonché una banca centrale che “certamente non vorrà un movimento significativo” al rialzo sul dollaro/rupia indicano che 83,66 è una scommessa sicura, Egli ha detto.

L’indice del dollaro e i rendimenti dei titoli del Tesoro USA sono aumentati venerdì, poiché S&P ha dichiarato che il suo PMI composito di giugno, che traccia i settori manifatturiero e dei servizi, ha toccato il massimo di 26 mesi.

Ciò ha sollevato preoccupazioni circa un potenziale ritardo nel calendario dei tagli dei tassi da parte della Federal Reserve, ha affermato ANZ Bank in una nota.

Gli investitori prevedono due tagli dei tassi di interesse da parte della Fed quest’anno, il che è più ottimistico di quanto riportato dai politici durante l’ultima riunione.

I principali dati PCE statunitensi, previsti venerdì, forniranno indicazioni sui tempi e sull’entità dei tagli dei tassi. Si prevede che l’indice PCE core statunitense di maggio, l’indicatore di inflazione preferito dalla Fed, aumenterà a un ritmo moderato dello 0,1% mese su mese.

INDICATORI CHIAVE: ** Rupia non consegnabile in un mese a 83,60; Premio futures onshore a un mese a 7,25 paisa ** Indice del dollaro a 105,84 ** I futures sul greggio Brent scendono a 85,12 $ ** Rendimento dei titoli statunitensi a dieci anni al 4,25% ** Secondo i dati NSDL, gli investitori stranieri hanno acquistato azioni indiane per un prezzo netto valore di 149 milioni di dollari il 20 giugno.

** Secondo i dati NSDL, il 20 giugno gli investitori stranieri hanno acquistato obbligazioni indiane per un valore di 112 milioni di dollari.

-

NEXT quando le aziende cercano di limitare i risarcimenti per i viaggiatori