L’SGTM responsabile della costruzione della stazione Hay Riad a Rabat

-

La Société Générale des Travaux du Maroc (SGTM) è stata scelta per i lavori di costruzione della nuova stazione Hay Riad a Rabat, per un importo di 187 milioni di dirham.

19 giugno 2024 alle 16:57

Modificato il 19 giugno 2024 alle 17:16

La Société Générale des Travaux du Maroc (SGTM) è stata scelta per i lavori di costruzione della nuova stazione Hay Riad a Rabat, per un importo di 187 milioni di dirham.

JavaScript è disabilitato! Perché vuoi farlo? Abilita JavaScript nel tuo browser web!


L’importo totale del contratto ammonta a 187.013.925 dirham, leggermente al di sopra della stima iniziale di 180 milioni di dirham. SGTM ha vinto questo mercato contro TGCC, che ha presentato un’offerta di 200,48 milioni di dirham.

La futura stazione, la cui operatività è prevista prima della Coppa d’Africa (CAN) del 2025, sarà caratterizzata da un design moderno e funzionale. Comprenderà diversi livelli:

  • Al piano terra verranno realizzati due blocchi edilizi, uno su Annakhil Avenue e l’altro su Hassan II Avenue, per una superficie totale di 4.500 m².
  • A livello dell’edificio su Annakhil Avenue sarà allestito un soppalco che occuperà una superficie di 200 mq.
  • Un livello più elevato costituirà l’edificio del ponte di attraversamento sopra i binari ferroviari, su una superficie di 2.300 m².

Inoltre, il progetto prevede la realizzazione di due parcheggi sotterranei collegati da un passaggio sotto i binari ferroviari, nonché il miglioramento dei marciapiedi e degli spazi esterni compresi spazi verdi e zone intermodali.

Il tempo di esecuzione è fissato a 10 mesi.

Hai in mente un progetto immobiliare? Yakeey e Médias24 ti aiutano a realizzarlo!

©Media24. Qualsiasi riproduzione vietata, in qualsiasi forma, senza l’autorizzazione scritta della Société des Nouveaux Médias. Questo contenuto è protetto dalla legge e in particolare dalla legge 88-13 relativa alla stampa e all’editoria, nonché dalle leggi 66.19 e 2-00 relative al diritto d’autore e ai diritti connessi.

19 giugno 2024 alle 16:57

Modificato il 19 giugno 2024 alle 17:16

-

NEXT quando le aziende cercano di limitare i risarcimenti per i viaggiatori