L’UE ritarda l’attuazione di una parte fondamentale delle norme di Basilea sul capitale bancario

L’UE ritarda l’attuazione di una parte fondamentale delle norme di Basilea sul capitale bancario
L’UE ritarda l’attuazione di una parte fondamentale delle norme di Basilea sul capitale bancario
-

L’Unione Europea ritarderà di un anno, fino a gennaio 2026, l’attuazione di una parte fondamentale dell’ultima versione delle regole globali che regolano il capitale bancario, a causa di un ritardo “molto probabile” negli Stati Uniti, ha affermato il capo dei servizi finanziari dell’Unione Europea Martedì.

I paesi stanno introducendo la parte finale dell’accordo globale sul capitale bancario, noto come Basilea III, messo in atto dopo che i contribuenti furono costretti a salvare i creditori durante la crisi finanziaria globale del 2007-2009.

Mairead McGuinness, responsabile dei servizi finanziari dell’UE, ha affermato che è chiaro che gli Stati Uniti non saranno in grado di rispettare la scadenza fissata da loro, fissata per luglio 2025, per l’introduzione di queste regole.

“In pratica, è ora molto improbabile che gli standard di Basilea entrino in vigore negli Stati Uniti al più presto prima del 1° gennaio 2026”, ha detto McGuinness in una conferenza.

L’UE aveva pianificato di introdurre l’intera serie di disposizioni finali nel gennaio 2025, ma ora ritarderà di un anno la sezione su come le banche coprono i rischi di mercato nei loro portafogli di negoziazione.

“Questo rinvio di un anno garantisce condizioni di parità a livello globale per le grandi banche europee che competono con altri attori globali e ci dà il tempo di vedere cosa stanno facendo gli altri”, ha affermato McGuinness.

“Nell’UE, ci atteniamo fermamente alla data del 1° gennaio 2025 per l’entrata in vigore della maggior parte degli standard di Basilea”, ha aggiunto McGuinness.

-

NEXT quando le aziende cercano di limitare i risarcimenti per i viaggiatori