Tryon Environnement creerà un’unità di trattamento e recupero dei rifiuti organici a Limoges

Tryon Environnement creerà un’unità di trattamento e recupero dei rifiuti organici a Limoges
Tryon Environnement creerà un’unità di trattamento e recupero dei rifiuti organici a Limoges
-

Entro la prima metà del 2026, Tryon Environnement dovrebbe commissionare un’unità di metanizzazione per promuovere la gestione sostenibile dei rifiuti organici, a Limoges (Haute-Vienne). L’inizio dei lavori è previsto per luglio 2025 per costruire un sito di 3.500 m².

La nuova infrastruttura richiederà circa 6 milioni di euro di investimenti, principalmente azionari, per l’azienda che ha realizzato un fatturato di circa 2,34 milioni di euro nel 2023.

“Questo progetto risponde all’obbligo di differenziare i rifiuti organici alimentari alla fonte per tutti, professionisti e privati, a partire dal 1° gennaio 2024. Questa unità rappresenta un investimento importante che contribuirà attivamente a soddisfare l’esigenza di ridurre l’impatto ambientale dei rifiuti rifiuti sul territorio della metropoli”, indica Tryon Environnement in un comunicato stampa.

In definitiva, ogni anno potrebbero essere trattate fino a 10.000 tonnellate di rifiuti organici alimentari. L’obiettivo di questa metanizzazione è produrre biogas e digestato, un fertilizzante organico per le aziende agricole circostanti. “In un anno, la nostra unità sarà in grado di alimentare 40 autobus alimentati a metano”, afferma l’azienda nel suo comunicato stampa.

Per garantire il funzionamento di questa unità dovrebbero essere creati tra 10 e 15 posti di lavoro fissi, mentre attualmente l’azienda conta 19,5 dipendenti equivalenti a tempo pieno. E se la raccolta dei rifiuti organici avverrà inizialmente presso i professionisti, una richiesta di appalti pubblici per farsi carico di quella dei nuclei domestici rappresenta un obiettivo a medio termine, secondo il dipartimento delle comunicazioni di Tryon Environnement.

Selezionato per te

-

PREV distributori di carburante sotto sorveglianza
NEXT In Vandea, piogge e malattie rovinano l’inizio della stagione per i produttori di meloni