Corea del Sud-Minaccia di sciopero storico alla Samsung Electronics

Corea del Sud-Minaccia di sciopero storico alla Samsung Electronics
Corea del Sud-Minaccia di sciopero storico alla Samsung Electronics
-

di Heekyong Yang e Hyunsu Yim

SEOUL, 29 maggio (Reuters) – Samsung Electronics potrebbe vivere il primo giorno di sciopero della sua storia la prossima settimana, dopo che il primo sindacato del gruppo ha convocato mercoledì una manifestazione per chiedere un aumento salariale.

La Samsung Electronics National Union (NSEU), che conta circa 28.000 membri, ovvero un quinto dei dipendenti dell’azienda sudcoreana, ha chiesto uno sciopero del lavoro di un giorno il 7 giugno.

L’annuncio è stato dato dai rappresentanti sindacali nel corso di una conferenza stampa trasmessa online. È stato esposto uno striscione con la scritta: “Non possiamo più tollerare la repressione sindacale”.

I dipendenti di Samsung Electronics hanno organizzato diverse proteste davanti agli uffici dell’azienda a Seul, la capitale coreana, nelle ultime settimane, ma uno sciopero di un giorno sarebbe il primo nella storia dell’azienda.

Di fronte alle richieste sindacali, Samsung Electronics ha proposto un aumento salariale del 5,1% quest’anno, ma i manifestanti chiedono anche un giorno libero aggiuntivo e maggiore trasparenza sull’assegnazione dei bonus basati sulle prestazioni.

Mercoledì i sindacati hanno accusato il colosso “tecnologico” di non essere riuscito a proporre un piano di compromesso durante i negoziati svoltisi il giorno prima.

“Ci impegneremo sinceramente nelle discussioni sindacali”, ha risposto l’azienda.

I sindacati hanno giustificato la decisione di organizzare uno sciopero di un giorno mentre le prestazioni del colosso sudcoreano sono in calo.

“L’azienda afferma di affrontare una crisi da dieci anni”, ha detto ai giornalisti il ​​presidente del sindacato NSEU, Son Woo-mok.

NSEU, il più grande sindacato aziendale della Corea del Sud, ha affermato che lo sciopero interesserà tutti i siti locali di Samsung Electronics, ma restano dubbi sulla partecipazione di altre federazioni di minoranza.

Una coalizione di cinque sindacati ha già annunciato che non parteciperà a questa giornata di sciopero.

Il gruppo Samsung, uno dei maggiori produttori di smartphone e di chip elettronici al mondo, soffre in diversi settori, in particolare in quello dei semiconduttori.

Il gruppo ha sostituito la scorsa settimana il suo leader alla guida dell’unità dei semiconduttori per far fronte alla “crisi” che colpisce il settore.

Più di 2.000 dipendenti Samsung hanno protestato la scorsa settimana a Seul per chiedere salari più alti.

(Segnalazione di Hyunsu Yim, Heekyong Yang e Ju-min Park; versione francese Zhifan Liu, montaggio di Kate Entringer)

-

PREV Questi prodotti che tutti comprano al supermercato costeranno una fortuna, ha rivelato la ragione
NEXT Banque Atlantique, filiale di BCP, sta reclutando per questa posizione (15 giugno 2024)