800 CV in formato compatto grazie al “flusso rassiale”

-

Il produttore svedese di auto sportive Koenigsegg ha recentemente rivelato la versione di produzione della sua nuova hypercar ibrida, la Gemera. Il suo segreto? Un rivoluzionario motore elettrico chiamato “Dark Matter”, capace di sviluppare 800 cavalli per un peso piuma di 40 kg. Decifrare questa tecnologia innovativa che potrebbe rappresentare un punto di svolta nel mondo delle auto sportive elettrificate.

Un concentrato di potenza in un formato ultracompatto

Con i suoi 800 CV e 1250 Nm di coppia Con un peso di soli 40 kg, il motore elettrico “Dark Matter” di Koenigsegg spinge i limiti di ciò che è possibile. Questa abilità tecnica può essere spiegata con l’uso di una tecnologia d’avanguardia chiamata “flusso rassiale”, che combina i vantaggi delle architetture a flusso radiale e a flusso assiale:

  • Uno statore a forma di U per ottimizzare la superficie di interazione con i magneti del rotore
  • Diametro del rotore aumentato per massimizzare il flusso magnetico
  • Un design dello statore su misura per accettare questo flusso aggiuntivo

Risultato: un motore ultracompatto che sviluppa una coppia mostruosa, capace di spingere la Gemera a velocità vertiginose. Abbastanza da far sudare freddo la concorrenza!

Gestione intelligente della corrente grazie a sei fasi

Un’altra particolarità di “Dark Matter”: la sua architettura sei fasi, dove la maggior parte dei motori elettrici delle automobili si accontenta di tre. Concretamente ciò significa avere due motori trifase nello stesso alloggiamento, consentendo una gestione più precisa della corrente elettrica:

  • Distribuzione ottimizzata dei 750 ampere necessari per raggiungere gli 800 cv
  • Riduzione del surriscaldamento per una maggiore affidabilità
  • Possibilità di raggiungere velocità più elevate

Un design intelligente che ricorda il motore da 1973 cavalli della Ford Supervan, un altro mostro elettrico recentemente svelato. La prova che la corsa al potere infuria tra i produttori!

Koenigsegg, ovvero l’arte di superare i limiti

Con questo motore “Dark Matter” e la sua Gemera ibrida, Koenigsegg dimostra ancora una volta il suo status di pioniere nel campo delle auto sportive eccezionali. Già all’origine di innovazioni significative come gli alberi a camme pneumatici della Regera o i turbocompressori idraulici della One:1, il produttore svedese continua ad ampliare i confini delle prestazioni automobilistiche.

E questo probabilmente è solo l’inizio: possiamo scommettere che le tecnologie sviluppate sulla “Materia Oscura” ispireranno altri produttori negli anni a venire, aprendo la strada a una nuova generazione di hypercar elettrificate sempre più efficienti. Il futuro dell’auto sportiva sembra decisamente entusiasmante! Riepilogo

-

NEXT Bandi da non perdere a giugno 2024