Informazioni RTL – Da luglio: tutte le nuove auto avranno una velocità massima imposta

Informazioni RTL – Da luglio: tutte le nuove auto avranno una velocità massima imposta
Informazioni RTL – Da luglio: tutte le nuove auto avranno una velocità massima imposta
-

Tra poche settimane tutte le nuove auto vendute nell’Unione Europea dovranno essere dotate di limitatore di velocità automatico. Ma questo dispositivo “intelligente” sarà più o meno restrittivo a seconda dei produttori, e potrebbe rivelarsi “incredibilmente fastidioso”, avverte un esperto.

Finora, per cercare di rallentare gli automobilisti frettolosi, le autorità sono sempre intervenute con dispositivi esterni ai veicoli: radar, dossi stradali, chicane… L’autista restava quindi l’unico padrone a bordo e, se voleva, poteva sempre premere il pulsante (ricordiamo però che la velocità è la prima causa di incidenti).

Ma dal prossimo luglio chi acquisterà una nuova automobile nell’Unione Europea non avrà più completamente questa libertà, perché sarà accompagnato da una sorta di “copilota” imposto. Il suo nome : “AIV”per “adattamento dell’intelligenza alla velocità”.

Questo sistema monitorerà continuamente la velocità del conducente, a seconda delle limitazioni visualizzate. Per raggiungere questo obiettivo, nel veicolo saranno integrati un GPS e una fotocamera in grado di memorizzare i segnali stradali. Non appena viene superato il limite, UN ” bip ” il suono suonerà (o un avviso luminoso) e avviserà il conducente dell’eccesso, sia che avvenga in città, su una strada secondaria o anche in autostrada.

Può essere incredibilmente fastidioso

Ma non è tutto! Se l’utente ignora l’avviso, il sistema può farlo ridurre la potenza del veicolo o aumentare la resistenza del pedale dell’acceleratore. Sì, hai letto bene, in alcuni casi il sistema prenderà il controllo per farti decelerare con forza. Tuttavia, secondo AutoPlus, l’autista potrà “contrastare sempre l’ISA premendo ancora più forte sul pedale destro“. Più, “come stop and start, puoi disattivarlo ogni volta che avvii”. E sempre secondo le informazioni di AutoPlus, “sembra che l’ISA cambi a seconda del produttore. Alcuni, infatti, non integreranno l’indurimento del pedale dell’acceleratore“.

Da luglio 2024, quella che fino ad ora era un optional sui modelli ben equipaggiati diventerà quindi obbligatoria su tutte le nuove auto europee. Solo che questo monitoraggio costante potrebbe aumentare lo stress degli automobilisti: “Basta un breve momento di disattenzione per superare leggermente la velocità autorizzata. E quando questa situazione ti viene ricordata con insistenza, con un segnale acustico, può essere incredibilmente fastidiosoin effeti”spiega lo psicologo del traffico Gérard Tertoolen su 7sur7.

Possiamo anche interrogarci sul conseguenze giuridiche di questo sistema : in caso di incidente, il conducente potrà ancora far valere la sua buona fede, se il sistema gli avesse detto che stava guidando troppo velocemente?

L’Unione Europea ricorda che lo scopo di questo sistema è quello di rispettare il piano “vision zero”, che mira a ridurre a zero il numero di morti sulle strade europee entro il 2050. Secondo le stime, l’introduzione dell’ISA potrebbe consentire di ridurre del 20% il numero delle vittime sulle strade dell’Unione.

-

PREV Jeep presenta il suo primo modello elettrico nordamericano
NEXT Bandi da non perdere a giugno 2024