Stile di vita | A 70 anni una coppia pensa finalmente alla pensione

-

Pierre* e Ginette*, 70 anni, pensano di andare in pensione, ma non hanno RRSP. Il loro piano funziona ancora?


Inserito alle 1:31

Aggiornato alle 6:00

La situazione

Mentre Pierre* lavora ancora a tempo pieno e riceve uno stipendio annuo di 85.000 dollari, Ginette* si prende cura degli animali, guadagnandosi così 6.000 dollari all’anno. La coppia ha anche iniziato a ritirare le pensioni da entrambi i governi.

I loro due figli, sulla quarantina, hanno lasciato da tempo il nido familiare, sono economicamente indipendenti e non hanno avuto figli.

“Io e mia moglie ci troviamo a un punto di svolta importante nella nostra vita”, scrive Pierre, che intende ridurre l’orario di lavoro per due o tre anni prima di andare in pensione completa.

Finora la coppia non ha mai avuto un piano, racconta al telefono il figlio, che ha convinto il padre a chiederci aiuto.

Pierre è stato prima un imprenditore, poi ha lavorato per alcuni anni nell’edilizia prima di essere assunto dal governo mentre Ginette si è concentrata sulla gestione della casa e dei bambini.

“Mio padre è stanco, ma non ha altra scelta che continuare a lavorare”, spiega il figlio. Tuttavia è in ottima forma. Vince ancora gli Ironman nelle categorie più giovani della sua età.

“Mia madre invece ha problemi di salute. Non è affatto interessata alle sue finanze. Per lei è un tabù e dice che qualunque cosa accada, accadrà”, dice il figlio preoccupato per i suoi genitori.

I settantenni vivono attualmente in un bungalow del valore di 750.000 dollari, con un mutuo residuo di 250.000 dollari.

La coppia affitta una delle stanze della casa con bagno dal 2011, anno in cui hanno acquistato la proprietà, che frutta loro 500 dollari al mese.

“Stiamo pensando di vendere la nostra casa per investire il ricavato e diventare inquilini in alloggi meno costosi. L’idea è quella di provvedere ai nostri bisogni attraverso il reddito generato da questi investimenti”, spiega Pierre che, prima di prendere questa decisione, vorrebbe il parere di uno specialista.

La strategia è fattibile? Quanto guadagnerà per vivere?

“Senza un fondo pensione precostituito, per noi è fondamentale adattare il nostro stile di vita alle nostre future risorse finanziarie”, spiega Pierre.

La coppia continua a mettere i propri risparmi nei conti di risparmio esentasse (TFSA) al ritmo di $ 10.000 ogni anno. Ma recentemente ha dovuto svuotare i conti per pagare nuove finestre.

“Quali sarebbero i vostri consigli per la gestione del nostro portafoglio e l’erogazione del nostro patrimonio? », si chiede il settantenne.

Numeri

Pierre*, 70 anni

  • Stipendio: $ 85.000
  • OAS: $ 713 al mese
  • QPP: $ 1026/mese
  • Pensione ex datore di lavoro: $ 855 al mese
  • RRSP: nessuno
  • TFSA: $ 5.000
  • Investimenti non registrati: nessuno
  • Valore della casa: $ 750.000
  • Mutuo: $ 250.000
  • Reddito locativo: $ 500 al mese

Ginette*, 70 anni

  • OAS: $ 713 al mese
  • QPP: $ 175 al mese
  • Pensione ex datore di lavoro: nessuna
  • RRSP: nessuno
  • TFSA: $ 5.000
  • Investimenti non registrati: nessuno

Analisi

Sylvain B. Tremblay, pianificatore finanziario, vicepresidente della gestione privata di Optimum Investment Management, ha analizzato il dossier.

type="image/webp"> type="image/jpeg">>>

FOTO HUGO-SÉBASTIEN AUBERT, ARCHIVIO LA PRESSE

Sylvain B. Tremblay, pianificatore finanziario, vicepresidente della gestione privata presso Optimum Investment Management

Innanzitutto ha simulato il fatto che i due settantenni quest’anno avrebbero smesso completamente di lavorare.

«Ho elaborato uno scenario di esborso a partire dal 2024», spiega il pianificatore. Entrambi ricevono la pensione Old Age Security (OAS), la pensione di vecchiaia dal Quebec Pension Plan e l’uomo riceve la pensione dal suo ex datore di lavoro.

“Si tratta di un reddito di base complessivo di 41.784 dollari”, calcola Sylvain B. Tremblay. È anche un reddito divisibile, quindi il totale delle tasse per la coppia è di circa $ 3.000. »

Vendere la casa

In secondo luogo, il pianificatore finanziario ha simulato la vendita dell’immobile. Delle sette stanze della casa, la coppia ne affitta una con bagno e ottiene un reddito di 500 dollari al mese. Questo affitto corrisponde al 21% della proprietà.

“Se la coppia dichiara questo reddito locativo e applica le spese di manutenzione e interessi, ciò significa che quando la casa verrà venduta, dovranno pagare le tasse su una parte della plusvalenza. »

Pierre dice di aver pagato 260.000 dollari per la sua casa e di non aver fatto grandi lavori di ristrutturazione.

Se la casa viene venduta per 750.000 dollari, da questo importo dovrà essere sottratto il costo di acquisto di 260.000 dollari. Il guadagno sulla casa sarebbe quindi di $ 490.000.

«Poiché possiamo supporre che la coppia abbia dichiarato i redditi e le spese locative, il 21% di questo guadagno sarebbe imponibile. L’imposta da pagare sarebbe calcolata su 102.900 dollari di guadagno e il conto fiscale sarebbe di 25.750 dollari. »

Il tasso di inclusione è del 50%, poiché l’importo è inferiore a $ 250.000, specifica il pianificatore.

Quanti soldi finirebbe per avere la coppia? Per ottenere la risposta, dobbiamo sottrarre $ 25.750 dai $ 750.000. Da questo saldo di $ 724.275 dobbiamo ancora sottrarre l’ipoteca rimanente di $ 250.000.

Il pianificatore ha scelto di andare sul sicuro e di utilizzare $ 450.000 di vincite come importo da investire.

In questo piano pensionistico, Sylvain B. Tremblay elimina i contributi TFSA perché, a suo dire, non è più il momento di risparmiare.

Se Pierre è convinto che il suo stile di vita annuo ammonta a 85.000 dollari, i calcoli del pianificatore mostrano invece che ammonta a 63.000 dollari al netto delle tasse. Se l’importo è effettivamente quello giusto, il piano di Pierre e Ginette potrebbe funzionare.

Colmare il gap con gli investimenti

Dai 450.000 dollari di investimenti, si potrebbe recuperare quello che manca per raggiungere i 63.000 dollari, considerando che il reddito pensionistico è di 41.784 dollari.

«Per il portafoglio ho messo un rendimento del 5% lordo, quindi del 3% netto, una volta pagata l’imposta», spiega l’esperto. Consiglio loro di avere un portafoglio composto per il 60% da reddito fisso e per il restante 40% da azioni. In questo modo, con un reddito annuo di 63.000 dollari netti, indicizzato al 2%, la coppia potrebbe vivere fino a 92 anni», sostiene.

E se i rendimenti sono più vicini al 4% lordo, quindi al 2,5% netto, la coppia può avere questo stile di vita annuale di 63.000 dollari fino all’età di 88 anni. Il reddito è indicizzato al 2%.

Senza indicizzazione, il portafoglio sarà vuoto all’età di 91 anni.

Dall’età di 85 anni pago loro 80.000 dollari, di cui 56.000 provengono da varie pensioni. È sufficiente o no? Questa è sempre la grande domanda.

Sylvain B. Tremblay, pianificatore finanziario, vicepresidente della gestione privata presso Optimum Investment Management

Pierre e Ginette dicono che vogliono trasferirsi in un alloggio meno costoso. Attualmente a loro spese stanno estinguendo un mutuo di $ 1714 al mese. Potranno quindi trovare un appartamento con affitto a questo prezzo. Ma sarebbe ancora meglio se puntassero a $ 1500 al mese.

Un affitto di 1.500 dollari rappresenterebbe il 29% del reddito netto della coppia per l’abitazione. “Non sarebbero lontani dal 25% raccomandato. »

La coppia dice di voler organizzare la propria vita e le proprie spese secondo le previsioni del pianificatore. Sylvain B. Tremblay consiglia loro di non superare il costo della vita annuale di 63.000 dollari al netto delle tasse, che corrisponde a 5.250 dollari al mese.

Anche se non rientrano nelle stime degli esperti, il credito d’imposta federale sul reddito pensionistico e il credito d’imposta sul reddito pensionistico del Quebec possono essere utilizzati anche da Pierre e Ginette.

* Sebbene il caso evidenziato in questa sezione sia reale, i primi nomi utilizzati sono fittizi.

-

NEXT Bandi da non perdere a giugno 2024