Il principale azionista appoggia il piano di ristrutturazione anglo-americano

Il principale azionista appoggia il piano di ristrutturazione anglo-americano
Il principale azionista appoggia il piano di ristrutturazione anglo-americano
-

(Agenzia Ecofin) – Anglo American ha annunciato il 14 maggio un piano di ristrutturazione del proprio portafoglio minerario, che prevede l’uscita delle società De Beers e Amplats. Si prevede che questa strategia, intesa a sfuggire ad un’acquisizione avviata dal rivale BHP, durerà diversi mesi.

Legal & General Investment Management (LGIM), azionista del 2% di Anglo American e dell’1% di BHP, ha annunciato lunedì 20 maggio il suo sostegno al piano di ristrutturazione avviato da Anglo per rispondere all’offerta di acquisizione di BHP.

Il piano presentato da Anglo American è una strategia radicale ma attraente per creare valore per gli investitori a lungo termine […]. L’attuazione di questo piano costituirà una sfida per il management, ma siamo fiduciosi nella loro capacità di raggiungere questo obiettivo nel tempoha affermato Nick Stansbury, responsabile delle soluzioni climatiche presso LGIM.

Il 14 maggio la holding britannica ha annunciato modifiche al proprio portafoglio, con la scissione delle filiali De Beers e Anglo American Platinum (Amplats). Questa ristrutturazione, da tempo richiesta dagli azionisti della società, è stata accelerata dal management di Anglo, nel tentativo di sfuggire a un’acquisizione avviata dal suo rivale anglo-australiano BHP. Dopo una prima offerta di 39 miliardi di dollari alla fine di aprile (25 sterline per azione), il 7 maggio BHP ha offerto 43 miliardi di dollari, ovvero 27 sterline per azione, entrambe respinte.

Secondo le regole britanniche sulle offerte pubbliche di acquisizione, BHP ha ancora qualche ora, fino alle 17:00 GMT del 22 maggio, per presentare un’offerta finale ad Anglo, prima che gli venga impedito di farlo per sei mesi. Il gruppo anglo-australiano potrebbe avanzare una proposta leggermente più alta per cercare di ottenere il consenso degli azionisti del gruppo britannico.

Ricordiamo che le filiali di Anglo, De Beers e Amplats, sono presenti principalmente in Africa con De Beers che produce il 70% dei suoi diamanti in Botswana, e Amplats che gestisce alcune delle più grandi miniere di platino del mondo in Sud Africa. Secondo il piano di ristrutturazione di Anglo, un’ultima filiale presente in Sud Africa, Kumba Iron Ore, dovrebbe rimanere nel portafoglio del gruppo.

Leggi anche:

14/05/2024 – Anglo American rifiuta una nuova offerta di acquisizione da 43 miliardi di dollari da parte di BHP

-

NEXT Bandi da non perdere a giugno 2024