La giuria ha “banchettato” con i lavori in legno degli studenti di L’Aigle

-

Di

Jeanne MORCELLET

pubblicato su

19 maggio 2024 alle 19:30

Vedi le mie notizie
Segui Il risveglio normanno

Martedì 7 maggio, il liceo Napoléon di L’Aigle (Orne) ha celebrato i suoi candidati in intarsio e scultura in legno.

Alla presenza di due Meilleurs Ouvriers de France (MOF), lo scultore Francis Aimable e l’ebanista Dominique Sanson, supportati da altri professionisti invitati dai docenti dell’istituto, il concorso si è svolto in assenza dei candidati che lavoravano nei rispettivi laboratori .

Quercia Misericordia

Distribuite su due grandi tavole, le opere di ciascuno rappresentavano la stessa opera, vale a dire, per la parte scultorea, una misericordia di quercia, copia di un’opera in legno installata nella chiesa di Aubazine a Corrèze.

L’idea del concorso, semplice ed impegnativa, si basa sulla correttezza.

La giuria dovrà valutare direttamente, con serietà e gentilezza, i pezzi unici realizzati da studenti volontari delle scuole superiori che hanno lavorato ed eseguito il loro capolavoro al di fuori dell’orario scolastico.

Al momento della proclamazione dei risultati del concorso al Lycée Napoléon ©DR

Raccogli la sfida e vai fino in fondo

Per la giuria non ci sono studenti delle scuole superiori, ma candidati che hanno dato il meglio di sé per “raccogliere la sfida e valutarsi sul momento”.

Marielle Olivier, vicepresidente della Normandia e del MOF Dentelles, continua: “Si tratta di giovani pronti ad andare fino in fondo e ad uscire dalla loro zona di comfort”.

Video: attualmente su -

Vale a dire che, al di là della qualità intrinseca del lavoro svolto, la realizzazione del pezzo già dice molto sulle qualità dell’allievo, sulla sua buona volontà, sul suo coraggio, sulla sua resistenza, sulla sua forza mentale, sulla sua maturità fisica ed emotiva. .

Il concorso premia il know-how e le capacità relazionali.

Mira ad essere giusto, equo e si basa sulla collegialità e più persone giudicano lo stesso pezzo.

Ognuno porta la propria competenza e i propri commenti, ascolta le argomentazioni degli altri e il punteggio comune riflette una valutazione pensata nel modo più accurato possibile, neutrale e imparziale, senza favoritismi o condiscendenze.

Una delle sette creazioni intarsiate ©DR

Una pietra miliare

“Con questo concorso non cerchiamo la perla rara, anche se a volte appare in modo evidente. Vogliamo soprattutto permettere ai giovani di segnare una tappa fondamentale nel loro cammino. E incoraggiarli a essere orgogliosi del loro lavoro e dei loro risultati”, spiega Marielle Olivier.

120 professioni possibili

“Non molto tempo fa il mondo manuale era considerato una strada secondaria. Oggi siamo a 39e edizione di un concorso che comprende 120 diverse professioni possibili, di cui 51 per la Normandy che insegna in una quarantina di istituti” ricorda la presidente.

È abbastanza semplice, tra il 2023 e il 2024 le iscrizioni al concorso sono aumentate del 30%.

Abbastanza per alimentare la febbre dell’eccellenza.

Dopo una mattinata dedicata a giudicare ogni dettaglio di ogni opera – per la parte scultorea, un disegno preparatorio e la sua ombreggiatura, la scultura in legno e la scheda tecnica che spiega il procedimento – i candidati sono stati invitati a unirsi alla sala comune per prendere visione delle opinioni della giuria.

Come al solito non è stato assegnato alcun voto.

La semplice indicazione del colore della medaglia è più che sufficiente per fornire al concorrente una scala di valori sufficiente, che è inutile voler confrontare e misurare con gli altri.

Marielle Olivier

Marielle Olivier ha ringraziato tutti i partecipanti con un simpatico “ci è piaciuto vedere il vostro lavoro”, poi li ha invitati, se lo desideravano, a discutere con la giuria alla fine della classifica per “dare spunti e margini di miglioramento.

Concorso al liceo classico Napoléon
Tre professionisti valutano e giudicano l’opera di intarsio ©DR

Punteggi e medaglie al concorso MAF

Ci sono tre gradi e tre medaglie a livello dipartimentale, il bronzo corrisponde almeno al grado 12, l’argento al grado 14 e l’oro al grado 16. Solo le medaglie d’argento e d’oro possono competere a livello regionale.
Due gradi sanciscono il livello regionale, argento dal grado 15 e oro dal grado 17.
Solo le medaglie d’oro competono a livello nazionale.

Tre vincitori d’oro

Se Maxence Renault, 17 anni, Nicolas Guilbert, 22 anni, e Héloïse Mailloux, 20 anni, sono stati gli ultimi ad essere ringraziati, non hanno aspettato nulla, le loro sculture in legno erano tutte e tre incoronate d’oro, entrambe al livello dipartimentale e regionale.

Quando sono stati annunciati i risultati, l’intera sala si è riempita di grida di gioia ed i vincitori non hanno potuto nascondere l’emozione e la soddisfazione per aver “riuscito a vincere una sfida e vedere premiati il ​​proprio investimento e il proprio lavoro”.

Per non parlare della loro partecipazione di fatto alla finale nazionale alla Cité Internationale de Lyon il 7 giugno. Bravi campioni!

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV L’attività delle balene di Ethereum annuncia un potente rally rialzista!
NEXT Bandi da non perdere a giugno 2024